Formatori e coach…prosperi o poveri?

 

Risponderò alla domanda del titolo alla fine di questo breve post…intanto la soluzione che posso dare a chi vuole fare il coach o il formatore nel suo prossimo futuro è… bruciare i libri!

 

…nel frattempo salgono le richieste di vedere i video di “Max in action”, ebbene: sul nostro arancionissimo canale YouTube ce ne sono una cinquantina: let’s go!

 

 

Altra richiesta frequente, forse la più frequente, è “come hai iniziato? Qual è la tua ‘storia’?

Segnalo allora l’intervista di un collega (amicissimo:-) ) proprio sulle mie “origini” e su aspetti privati che, come si sa, sono restio a condividere in pubblico:

Intervista a Max Formisano: “Come sono diventato Formatore”

 

E poi ancora, il blogcast gratuito per i formatori e gli aspiranti tali: circa un’ora di super informazioni provenienti dalla mia esperienza!

“Formazione dalla A alla Z”

 

Infine… 3 domande per te:

  1. vuoi davvero cimentarti nella formazione e nel coaching di alto livello?
  2. vuoi uscire dalla massa di “ESPERTI” che sopravvive economicamente?
  3. vuoi vivere del tuo messaggio, aggiungere valore alla vita delle persone e nel frattempo costruire il tuo business redditizio?

Se le tue risposte sono 3 “SI’” risuonanti, allora, da professionista, ricavati 57 minuti per assistere a questo video seminario gratuito: ne varrà davvero la pena!

“Se solo potessi essere formatore o coach prospero”

 

Spero di aver contribuito, con queste risorse, al tuo percorso di crescita personale e anche professionale.

D’altra parte lo scopo dei miei pensieri e quindi delle mie azioni non è altro che quello che è scritto nella “tagline”, nel payoff …insomma nel sottotitolo di questo Blog:

“Come vivere guidando la propria vita”

 

Aspetto commenti sul blogcast sulla formazione e sulla mia intervista,  sui video di YouTube e sul Webinar….
… e ricorda di condividere su facebook,

grazie col cuore
max


Max Formisano, fondatore della Max formisano Training, Presidente di One Minute Club e creatore della collana di libri 'Se Solo Potessi'

Do il consenso alla privacy



Leggi anche questi post:

25 Commenti a “Formatori e coach…prosperi o poveri?”

  • Noi alla domanda rispondiamo “Prosperi”! E ‘casualmente’ abbiamo appena letto questo brano, dalla “Lester Levenson’s story”: . E, nel 1953, gli venne in mente che, nonostante tutti i suoi successi, ancora non aveva fatto un milione di dollari. Aveva anche notato che molti dei suoi nuovi amici avevano la convinzione che solo essendo poveri potevano avere la libertà spirituale di cui leggevano in vari scritti. Molti di loro avevano interpretato lo stato tranquillo come una mancanza materiale. Ammonizioni come “Lasciate andare il vostro attaccamento alle cose” e “Le cose non possono farti felice” erano state fraintese nel senso che si doveva rinunciare all’ambizione, al denaro, alla prosperità e all’abbondanza al fine di raggiungere la tranquillità interiore.
    Lester sapeva che non era così, che era l’attaccamento al denaro e alle cose che aveva creato la non-libertà e che questo attaccamento era solo una sensazione. Era anche molto sicuro, basandosi sulla sua esperienza, che tutti i sentimenti potevano essere corretti, lasciati andare e trasmutati. Così decise di procurarsi il suo milione, per dimostrare che si poteva benissimo avere a che fare con le cose mondane senza compiere peccato mortale e che la libertà spirituale non significa privazione. Al contrario, significava invece la possibilità di avere, di essere e di fare qualsiasi cosa.

    GRAZIE!

  • Wow, Max!
    Grazie per l’abbondanza dei doni!
    Complimenti, come sempre 🙂

  • filippo ow scarponi:

    Ciao grande Max, esco ora dal webinar di over the top, dopo i 3 giorni di nocciolo duro.

    capisco che sono stanco, ma non mi sento così!!!

    Domani parto vado in veneto per fare formazione a nuovi venditori… si sorrido, di gioia, perchè so quello che ho dentro e spero che questa notte riesca a sedimentare un po’ dell’entusiasmo dell’euforia che ancora mi tiene legato a questo pc … respiro, e sento ancora fluire più energia.

    Il commento “razionale” lo farò a mente fredda (troppo “facile” adesso).

    Beccati solo questo: SCONVOLGENTE!!!

    Nelle mie precedenti vite ho creduto di dover assumere altre “sostanze” per riuscire a realizzare questi stati d’animo, questi desideri, queste volontà.

    Oggi mi sembra fantastico!!! non sono un fan, e nemmeno un discepolo, né un apostolo. ho 54 anni e sono un formatore, entusista dell’esperienza che sto vivendo grazie ad aver scelto la Max Formisano Training; si quei matti dell’Albicocca.

    Sono quello che sono grazie all’energia che ricevo quando vivo giornate come queste. E questa è l’impronta che voglio lasciare nel cosmo di cui mi sento parte: VIVERE OGNI GIORNO INTENSAMENTE IL PROPRIO ESSERE. E, modestamente, vorrei insegnarlo agli altri …. ecco perchè sono contento di essere quì: per imparare ad insegnarlo!!!

    GRAZIE CON TUTTO IL CUORE

  • Mi fa una rabbia leggere questi post…. Sono iscritto al master, e sto contando i giorni per la partenza del primo corso. Vorrei già averli fatti tutti.
    Se l’ideale è avere in aula un corsista motivato, credo proprio di esserne un valido rappresentante!

  • paola m.:

    caro Max,
    non ti conosco ma non mi piaci affatto, “bruciare i libri”, ma stai fuori di testa? Non sai che un libro è cibo per la mente? Piuttosto, hai un alto tasso di ignoranza visto gli errori di ortografia che ho riscontrato in tue “esternazioni” precedenti, e quindi avresti bisogno di divorarne un bel pò.
    Un saluto

    Paola M.

    • Ahaha ogni tanto una buona risata devo farmela e ti ringrazio!
      La prossima volta, cara Paola, cerca di vedere anche la foresta oltre al singolo albero,
      altrimenti rischi di non capire le provocazioni evidenti come “bruciare i libri” , libri che divoro al ritmo di 2 a settimana.
      Un saluto a te
      max

    • Marika:

      Ciao Paola!

      grazie per aver attaccato Max!! Lasciamelo dire.. ogni tanto qualcuno che lo fa ci vuole!!:-)
      Tutta questa accondiscendenza…
      Ma poi già alla prima riga.. ecco la risposta, scrivi: (Max) non ti conosco..!!:-(
      E così tutto mi torna!! La mia speranza svanita.. Come sempre!! solo Chi non lo conosce riesce ad attaccarlo!!
      Chi lo conosce lo trova sfacciatamente bravo e adorabile!

      Max ha una casa invasa dai libri.. E io sospetto che abbia qualche infiltrato nelle case editrici.. il libro esce e lui non solo ce l’ha già ma pure l’ha già letto!! Insopportabile.
      Ogni tanto lo provoco con qualche titolo freschissimo di stampa per capire, se per qualche ragione gli è sfuggito.. lo ha già letto in lingua originale con tanto di quaderno con appunti!! Odioso!!
      Dai Paola, se puoi vieni a qualche suo se solo potessi gratuito.. così lo conosci di persona.. faremo squadra insieme.. e io cercherò che almeno per te non diventi adorabile!!:-))

      Un caro saluto
      Marika

  • George Luis S:

    “Bruciamo i libri”.

    E direi che con questo post abbiamo capito anche che a max piace il fuoco !! 😉

    Scherzi a parte ottimi collegamenti, ad avercelo il tempo per “mangiarmeli” tutti oggi 🙂 .

  • Vabbè Max, mi hai convinto, me lo guardo il webinar!
    😛

    Scherzi a parte, so che non fai nulla senza dare tantissimo valore a chi si prende il tempo per ascoltarti… quindi lo guardo con piacere!

    1abbraccione a tutti!
    Josè

  • Anna M.Lleal:

    Hola Max !!!
    Sono Anna di “Barcelona”GRAZIE ,GRAZIE e GRAZIE!!! a prescindere!!!
    Che bello questo “Nocciolo Duro”!!! il mio primo ,.. Un ‘ esperienza indimenticabile,molto emozionante, appassionante e soprattutto utile, ne sono convinta. Come vedi ,..la distanza non è un grande limite per me …se vuoi, puoi…e se vuoi , trovi il modo di fare le cose che desideri….mi sorprendo di me stessa, che meraviglia!!! Come tu dici ,”Chi non si forma si ferma”.- Andiamo avanti !!! Come sempre scusa il mio italiano. Sai ? Stò imparando molto grazie a questi corsi … A proposito del tuo libro , consigliabile “bruciandolo o divorandolo” a prescindere…a me piace molto. Bravo Max.
    Un forte abbraccio a tutti gli arancioni !!!

    • Grazie a te… chi viene da Barcellona a seguire i corsi del Master ogni 45 giorni circa è un bell’esempio per tutti…sopratutto per…vabbè taccio..no no devo dirlo..no Max non farlo…lo stai per fare lo so…eccolo lo sapevo: per i culi pesanti! Ah, l’ho detto ma non volevo..chiedo scusa!
      Grazie Anna!
      mx

  • elena aurelia:

    Max ,

    che dire per me” Sei il migliore”.
    perchè?
    perchè il tuo corso il Nocciolo Duro è unico e non solo:mi diverto e mi appassiono,imparo durante il processo e ottengo grandi benefici a lungo termine,sono CDV e AIC.

    grazie di cuore,thank you,mersi beaucoup e adesso te lo dico anche in rumeno- multzumesc(mersi mult)

    PS. MAX FORMISANO=IL MASSIMO DELLA FORMAZIONE SANA

  • Beatrice B.:

    Ciao Max,
    ti ringrazio… l’esperienza che ho vissuto e ancora sto elaborando mi ha permesso di toccare dei stati emotivi e di condividere concetti che sento stare alla base della nostra esistenza e sentire che ognuno di noi le porta nella sua realtà in forme diverse ma la sostanza mi sembra che venga condivisa da molti. Ringrazio anche tutte le persone che sono intervenute condividendo i loro vissuti e tutto lo stupendo staff che ti circonda… Vi abbraccio tutti… che bello 🙂 vedere persone, che non si conoscono, abbracciarsi e sostenersi… quante persone, al di fuori di certi contesti, vorrebbero essere abbracciate e sentire uno sguardo posarsi su di loro come se dicesse “io ti vedo” ma allo stesso tempo vivono nell’oscurità dei giudizi e delle credenze limitanti e se le sfiori si ritraggono impaurite… il corso del nocciolo duro può essere un efficace trampolino di partenza per far rivingorire la nostra luce…
    GRAZIE di cuore
    Beatrice

  • gennaro:

    Trovo efficace la tua comunicazione (ho ascoltato solo qualche tuo audio gratuito), spero di poter partecipare presto ad un tuo seminario e/o corso.

  • emanuela:

    Grazie per i tanti e ottimi contenuti. Un saluto emanuela dal santo de munari

  • filippo ow scarponi:

    Ecco adesso sono più tranquillo!

    Come sai vengo dallo strategic weekend di questo fine settimana … e che dire avere un REGALO come quello che ho ricevuto, da te, da Lilia e da tutti i partecipanti è come accendere il turbo!!!

    Questo è il valore delle scelte che fai, e che facciamo anche noi incollandoci ad un webinar alle 9,00 di sera o stando in aula di domenica pomeriggio a scoprire cosa ci aspetta in questo 2012!!!

    Che tu sia generoso non lo scopro oggi; che le tue intuizioni siano geniali, non lo scopro oggi (e non sono il solo); che l’energia che metti nei tuoi corsi è contagiosa, non lo scopro oggi. scopro ogni volta che non conosci limiti, come quello che stai cercando di trasferirci; sei ed è in continua evoluzione! STRAORDINARIO!!!

    OVER THE TOP è un altro straordinario risultato della tua creatività e della tua congruenza; solo i pazzi hanno quel genio che li aiuta a cambiare se stessi ed il mondo!!!

    GRAZIE VERAMENTE GRAZIE E FORTISSIMAMENTE GRAZIE.

    P.S.: vorrei dare un suggerimento a Paola M. del 1 febbraio.

    Fai un po’ di A.I.C., esci dalla tua zona di confort e, soprattutto, “BRUCIA UN PO’ DEI TUOI PREGIUDIZI”; Max i suoi libri li regala ai suoi corsisti come è successo ultimamente al NOCCIOLO DURO. L’ho visto con i miei occhi ed ho visto la gioia di chi accettava il dono.

    Per le sentenze c’è sempre tempo!!! Spero di incontrarti presto. grazie

  • giovanna:

    Filippo, vorrei complimentarmi con te, non ero presente allo strategic we perchè stavo traslocando, ma ero con voi con il cuore, ho saputo che sono state 2 giornate splendide e so che avete dato il massimo. Abbiamo la fortuna di avere corsisti speciali (come te, come voi) che rendono speciale il nostro lavoro, corsisti che sfidano neve e intemperie e raggiungono la sede del corso. Beh, che dire…Max ci contagia tutti con la sua passione e il suo entusiasmo per la crescita personale..e voi corsisti ci date energia e voglia di fare sempre meglio. Grazie a te, grazie a tutti voi.
    Giovanna

  • Lilia:

    L’intervista è una chiarissima panoramica sull’azienda, sugli obiettivi, su cosa voglia dire formazione, su Max come persona (oltre il personaggio pubblico): bello ritrovare tutte queste cose insieme.
    Il webinar: come sempre qualcosa di nuovo!
    Grazie Max

  • Di ritorno da 3 giorni di “Coaching in Azione”, oggi si riordinano gli appunti e domani si parte.
    Ottimo corso, ottima la motivazione e la cordialità che Max e Lilia sanno trasmettere. Lo spirito in aula diventa subito goliardico, e in tre giorni non solo sei cresciuto professionalmente ma hai pure conosciuto un sacco di amici (Max e Lilia compresi, visto che era la prima volta che li incontravo) con cui condividere esperienze e ambizioni. E con alcuni di loro non è escluso possano nascere anche delle collaborazioni professionali.
    Che dire? Tempo e denaro spesi bene. Anzi, direi spesi al meglio.

  • alberto bergamo:

    Ciao Max, ti invio un mio personale decalogo delle cose che ho imparato (a fare) nel corso dell’ultimo anno, con il contributo tuo e di tutta la Max Formisano Training (perchè tu sei tu…ma gli altri mica scherzano eh, influenzano positivamente pure loro!!!!)…….ovviamente nessuna presunzione di aver scritto verità assolute nè tantomeno dare consigli…..diciamo che sono i primi risultati che ho potuto notare sopratutto nella prima delle tre abilità fondamentali…….quella del performer.

    1-Programmare almeno 4 corsi di crescita personale nel corso dell’anno solare (meglio se con la Max Formisano Training) possibilmente con scadenza abbastanza regolare (non concentrarli in uno o due mesi per intenderci), scegliendoli con criterio….e senza troppi riguardi nei confronti di prezzo, distanza, o altro…insomma quando si è presa una decisione, dopo aver pensato, evitando accuratamente che gli altri li scelgano per te, farli, perchè se si è in grado di fare un sacrificio per migliorare la propria condizione personale, si potrà più facilmente essere in grado di fare altrettanti sacrifici anche nella vita di tutti i giorni. Seguire le strategie da adottare che si apprendono dal formatore, rigorosamente senza giudicare, in quanto chi tiene i corsi è (ovviamente) molto più esperto del corsista, e se lo stesso ti dice di fare determinate cose nell’ambito del corso (anche se sovente possono sembrare infantili, giochetti apparentemente banali, carboni ardenti, freccie infilzate nel collo e salti nel vuoto), bisogna rendersi conto che ha i suoi buoni motivi, punto.

    2-Iscriversi ad un Multilevel Marketing qualsiasi (scegliendolo con criterio ovviamente, magari sponsorizzato da un conoscente già inserito o da qualcuno che ti può consigliare), e regalarsi almeno sei “reali”mesi di tempo per imparare a sfruttarlo al meglio, e basta….il peggio che ti può succedere è che apprendi qualcosa di nuovo che potrai riutilizzare in un secondo momento, facendo comunque un’esperienza positiva…il meglio che ti può succedere è che funzioni, e che ti dia la possibilità di arricchirti sia finanziariamente che personalmente….e magari di far diventare questa attività la proria principale attività per la vita….entrambe le cose potranno risultare utili!

    3-Cominciare ad utilizzare (anzi sfruttare) seriamente Internet (Mail, Newsletter, Social Network, Blog, Siti etc.) pensando sempre a come puoi presentare te stesso come soggetto orientato al business, e a come puoi trarre vantaggio da questa cosa (se si nota, l’utilizzo dei coach e dei networker su questo campo è sempre orientato verso quest’ottica), evitare di esporsi banalmente facendo post inutili che alla maggior parte della gente a cui si recapita il messaggio non interessano, (spesso questo tipo di atteggiamento depotenzia fortemente la propria immagine, e di conseguenza risulta agli occhi di chi recepisce il messaggio, snob e negativo, anche se tu, agendo in questo modo, sei convinto di essere originale, trendy e di metterti al centro dell’attenzione). Piuttosto che utilizzare internet in questo modo obsoleto e controproducente, meglio non utilizzarlo per niente in modo tale da far meno danni a se stessi.

    4-Se proprio non si riesce a mostrarsi positivi agli occhi della gente (perchè si ritiene di non avere il carattere adatto, o per qualsiasi altro motivo) almeno sforzarsi di non apparire negativi (sopratutto se si è superati da tempo i vent’anni, e sopratutto su Internet), in quanto solo agli amici più stretti, ai propri genitori e ai propri figli, e/o al proprio partner, si può fare un po’ di compassione (e spesso nemmeno a loro). Agli altri non interessa niente di come si sta, se la negatività è insita in se stessi, le persone hanno già i loro problemi e per risolverli si rivolgono sempre a chi può veramente risolverglieli…..e nella maggior parte dei casi questa persona non può essere chi si presenta come negativo. Per questo motivo ci si accorgerà ben presto di non avere nemmeno la facoltà di scoprire che loro, a loro volta, hanno dei problemi, perchè per risolverseli (se li hanno) vanno da una persona certamente più esperta e positiva (ad esempio da un formatore o da uno psicologo, o comunque da un professionista) e quindi ci si precluderebbe anche la facoltà di aiutare chiunque, anche chi, per ragioni affettive, si vorrebbe poter aiutare veramente.

    5-Non vergognarsi di fare qualche fesseria ogni tanto, ci si accorgerà presto di come solo gli invidiosi (se lo vengono a sapere) te lo faranno notare, ed in maniera spesso maliziosa o addirittura cattiva, e ci si potrà di conseguenza accorgere con chi si ha a che fare veramente, potendo così per questo motivo prendere le contromisure o le distanze.
    Fare dunque qualche follia, qualche cosa di originale, di sciocco, anche di estremo se si può…e rivendicarla come propria, non assegnarla a qualcun altro, far qualcosa che possa essere il più possibile proprio, perchè solo così si potrà veramente condividerlo con altri che viaggiano nella propria lunghezza d’onda.

    6-Prendere ad esempio solo le persone che hanno fatto qualcosa di positivo nella vita, nel loro campo specifico, non seguire quelle che non hanno mai concluso nulla (in nessun campo), o peggio ancora quelle che ti fanno credere di aver fatto qualcosa (e nella realtà hanno solo combinato casini….magari in più di un settore) dispensandoti quotidianamente di consigli che ovviamente il più delle volte si rivelano inutili e dannosi. Lo fanno solo per convenienza, quindi meglio non crederci e resettare tutto quello che si sente dire da loro (farlo anche con le persone a cui si è legati affettivamente, e cercare pian piano di far capire loro che non stanno seguendo la strada giusta).

    7-Evitare le persone che ti votimano addosso tutti i loro problemi, non si rivolgono mai (e sottolineo mai) da te per risoverli veramente, ma solo per sentirsi dire che hanno comunque ragione, anche se non seguono mai (e nemmeno sono disposti a farlo) il percorso corretto per risolverli sul serio ed in maniera definitiva….i loro problemi. E se malauguratamente anche tu sei uno di quelli, smetterla subito, e da adesso…….non da domani, da ora!

    8-Fare più possibile qualcosa che ti piace veramente, almeno nei momenti in cui ritieni di potertelo permettere, non surrogare le proprie frustrazioni con attività che non ti interessano per niente, sarebbe solo un palliativo per sperare di accontentare qualcuno….sperare appunto.

    9-Conceersi un po’ di tempo (o programmarlo) per seguire un processo di cambiamento, metterlo per iscritto e difenderlo, difenderlo, difenderlo………fosse un mese o un anno, non cambia…….sei tu quello che deve cambiare, darsi il tempo adeguato e non sperare che possa succedere dall’oggi al domani o peggio ancora che qualcun altro debba cambiare per accontentare te……non succede mai, e sottolineo mai, neanche con i colpi di fortuna o con la vincita alle lotterie.

    10-Ricordarsi che nella proria mente ci devono essere solo risultati, e non fallimenti…solo risultati, far emergere sempre quelli e solo quelli, in ogni situazione ti si presenti, in particolare con le persone che non conosci (clienti, incaricati o sponsor nel network, conoscenti di amici, amici stessi, parenti, etc.)…….presentarsi da fallito non è trendy, è da presuntuosi e da vigliacchi, perchè significherebbe ritenere che tutto ti sia dovuto, e questo non è un atteggiamento per persone umili che vogliono mettersi in gioco, ma per persone che vogliono mettere in evidenza il loro lato più debole o peggiore, sperando nella compassione o nell’aiuto degli altri.

    Nel prossimo post imparerò l’arte delle sintesi

    Un salutone a tutta la Max Formisano Training!!!!!!!!!

  • Gianluigi Cofano:

    La continua crescita personale che Max propone entusiasticamente nell’ambito dei suoi geniali e coinvolgenti corsi e seminari, coincide con la mia visione filosofica che chiamo idealismo sociologico-politico-morale, imperniato sull’ininterrotta evoluzione dello Spirito ovvero dell’Essere spirituale di ogni individuo come di ogni società civile, sulla base delle idealità morali progressive. Questi ultimi ideali rientrano in quella che definisco l’Utopia positiva o progressiva, contrapposta ai disvalori che sono compresi nell’Utopia negativa o involuta e che attengono alla volontà di potenza o di dominio sull’altro-da-sè, allo sfruttamento dell’uomo sull’uomo o di una classe sociale sulle altre, alla violenza aggressiva ed al prevalere delle prerogative particolaristiche di alcuni individui sull’interesse colettivo. La liberazione dagli aspetti utopistico-negativi è in armonia con l’affrancamento di ciascuno dalle pulsioni animalesche e aggressive e con la continua elevazione morale dell’Essere di ogni persona.
    I contenuti dell’Utopia positiva e dell’Utopia negativa li troviamo – sui piani psicologici del conscio e dell’inconscio – nella fondamentale dimensione psicologico-spirituale dell’immaginario collettivo, e sono rispecchiati dalla saggistica storica e dalla letteratura d’autore, come dalla letteratura, dalla cinematografia e dalle ‘fiction’ televisive dei generi storico-avventuroso, d’azione, fantascientifico, fantasy, horror e gotico, nonchè trasmessi all’immaginario sociale dai suddetti campi dello scibile. Un immaginario collettivo evoluto è poi determinante per l’avanzamento dello Spirito o dell’Essere spirituale di ciascun individuo.
    I contenuti dell’Utopia positiva e dell’Utopia negativa fondano ovviamente ogni comunicazione di massa verbale e comportamentale, da quella di ciascun singolo individuo – in quanto ‘mass-media’ originario – a quella dei maggiori ‘mass-media’ (letteratura, saggistica storica e scientifica, giornalismo, cinematografia, televisione).

Lascia un Commento