5 DOMANDE DI FUOCO PER CONOSCERTI

Voglio usare questo post per conoscere meglio chi mi legge da anni o da pochi mesi.

Tu sai molto di me e io poco di te.  

Per esempio…ti rivelo – in anteprima – il titolo del nuovo libro, per me è fichissimo (il titolo…ma anche il libro!)… eccolo che arriva…è…

 

Se solo potessi parlare in pubblico

 

Ma non voglio parlare del nuovo libro.

Conosco di certo qualche migliaio di persone che ho incontrato live nei corsi, qualche centinaio li conosco bene, altri meno. Allora, veniamo al nocciolo della questione: ho preparato 5 domande che aiuteranno te e noi a capire come offrirti ancora di più un servizio leggendario:

1) Cosa ti piacerebbe che realizzassimo? Questa sì che è una domanda a cui mi piacerebbe rispondessi!

2) Ti piace come realizziamo i corsi multimediali? Per es. il divertente “3 contro tutti”.

3) Vuoi darci feedback sul mio “Se solo potessi” ?

4) Quale è il singolo, più grande ostacolo che la Max Formisano Training potrebbe supportarti a superare? (Una domanda a cui mi piacerebbe rispondeste tutti!)

5) Spazio libero: io ed il mio team ti ascoltiamo! Cosa ti va di dirci?

 

Spero ci siano molteplici risposte da parte di tutti, puoi rispondere a tutte o solo ad alcune domande, come ti pare. Più risposte dai e più indizi noi abbiamo sulla direzione da prendere.

 

Dai dai è arrivato il momento per te di uscire allo scoperto! Esponiti!

 Io sono in ascolto, leggo ogni singolo post e rispondo nei limiti del possibile.

Spero che ti vada di contribuire davvero a questa nostra interazione!

 

Rispondi qui sotto alle domande e condividi cliccando il tastino “share”.

Andiamo verso la stessa direzione.

max


Max Formisano, fondatore della Max formisano Training, Presidente di One Minute Club e creatore della collana di libri 'Se Solo Potessi'

Do il consenso alla privacy



Leggi anche questi post:

77 Commenti a “5 DOMANDE DI FUOCO PER CONOSCERTI”

  • Ti rispondo molto volentieri e il titolo del libro è proprio quello che serve a me :-) Dato che ho ancora molto da lavorare sulla mia paura di parlare in pubblico, ma sicuramente ci daremo da fare al master, vero? :-) Non vedo l’ora!!!

    Rispondo alle tue domande:

    1) Mi piacerebbe una versione multimediale del libro “Se solo potessi” che ne dici? :-) Un bell’audiocorso che ci si può ascoltare comodamente in macchina o con l’ipod, sai a quanti farebbe comodo? Cosa ne dici?

    2) Si mi piacciono molto, “Il fossato” è uno dei tuoi prodotti che mi ha dato una bella svegliata, “Supercoaching” mi ha dato una bella infarinatura e invogliato sempre di più ad intraprendere questa carriera.

    3) Se solo potessi per me è un’opera d’arte che ti serve in quei momenti che la mente viaggia per i cavoli suoi ma nella direzione opposta ai tuoi obiettivi, è una bella tirata di orecchie quando serve ma che ti dà il coraggio di affrontare nuove sfide con molta più energia e grinta. Proprio un bel libro!

    4) Questo è una cosa che mi piacerebbe risponderti in privato :-) Anzi no lo dico qui : La paura del successo economico.

    5) Max mi piacerebbe fare qualcosa di più per la nostra nazione, già lo facciamo nel nostro grande o piccolo, ma secondo me bisogna fare qualcosa di più, fare il passo per svegliare un pò di più le persone e aiutarle a riprendersi in mano la propria vita. cosa ne dici?

    Con questo concludo e se non ci sei ancora, buone vacanze!! :-)

    Un caloroso saluto

    Marco Ferraro

    • Ottime idee Marco grazie mille davvero!

      Sull’audio del libro bisogna vedere un po’ coi diritti come stiamo messi..

      Sul valore di Se solo Potessi ti dico la verità , credimi: anche io lo rileggo per motivarmi e prendere spunti!
      Sia per come è schematizzato sia per come è scritto!

      La paura del successo economico…mmm…vediamo tra qualche giorno che ne pensano i lettori..magari faccio proprio un post cmq grazie per il coraggio di scrivere le cose!

      Per aiutare le persone a riprendersi la propria vita…che poi è lo scopo di chi fa un lavoro , chiamiamolo cosi, come il mio, concordo: bisogna fare di più ed è evidente che la chiave è il gratis.
      Se “Se solo potessi” lo dessimo gratis avremmo già influenzato le 26mila persone della newsletter! però dai, molte migliaia le abbiamo raggiunte!
      Comunque ci penso da tempo anche se ammetto che non mi ci sono mai focalizzato.
      Ho capito, metto anche questo tra i progetti a lungo termine importanti, da fare comunque tutti insieme. Ci si pensa allora.
      Tanx mille.

    • Prego Max! Era un pò che te lo volevo dire e con questo articolo me ne hai dato l’occasione. Un bell’audiotraning su “Se solo potessi” sarebbe un bel colpo da maestro :-) Tienici aggiornati

      Per il coraggio di scrivere le cose…beh cerco di essere il più trasparente possibile, è nella mia natura, e mi piace essere chiaro, lo pretendo da me stesso e lo apprezzo molto negli altri. A volte magari non ci riesco, magari per paura, per timidezza, molto spesso invece si soprattutto quando voglio dare il meglio di me stesso.

      Per l’ultimo punto se hai bisogno di una mano sai che puoi contare su di me, io faccio la mia parte anche sul mio blog, ma secondo me bisogna trovare anche una strategia per fare qualcosa di grande, virale…che possa veramente aiutare le persone a svegliarsi e vivere la vita che vogliono. Pensiamoci…sicuramente qualcosa verrà fuori :-)

      E…grazie per quello che fai!

      Un caloroso saluto

      Marco Ferraro

  • alberto bergamo:

    1) Cosa ti piacerebbe che realizzassimo? Questa sì che è una domanda a cui mi piacerebbe rispondessi!

    La domanda a cui mi piacerebbe rispondessi è la seguente, e deriva dal bellissimo sesolopotessi in azione dello scorso Settembre! (E’ passato un po’ di tempo lo so, ma tu provochi……..eh)
    Tu sostieni sempre che è fondamentale fare A.I.C. cioè autodisciplina, impegno e costanza, ma sostieni anche che bisogna focalizzarsi sempre (l’A.I.C. intendo ovviamente) verso un’attività o comunque a qualcosa che ci appassiona, quindi (sempre tornando al tuo libro) un’attività che ci interessi veramente, e solo così riusciamo in qualche modo a realizzarci (o quasi).

    La domanda è soggettiva, ma credo riguardi tante persone….quanto ritieni sia importante questa cosa rispetto al fatto che molte persone cercano (spesso riuscendoci, a volte no), di fare del proprio meglio, insomma a fare A.I.C. su qualcosa che magari non piace, o comunque non ritiene essere il proprio “sogno da relaizzare”.

    Scusa se sono stato troppo complesso e ridondante………ma la domanda volevo proprio fartela!

    2) Vuoi darci feedback sul mio “Se solo potessi” ?

    Il libro che hai scritto è autentico, scritto col cuore, appassionato, bello, utile, ed è stato un vero piacere leggerlo….e sopratutto è bellissimo rileggerlo. Ti confesso che io ogni tanto apro la pagina su un capitolo di cui sento il bisogno di rivedere alcuni aspetti…..e mi chiarisco le idee su molte cose…..un altro feed-back al volo…….è veramente congruente con lo scopo per cui è stato scritto (molti libri purtroppo non lo sono), è un libro scritto per chi lo ha scritto…e per chi lo legge (non sempre è così…credimi).

    3) Quale è il singolo, più grande ostacolo che la Max Formisano Training potrebbe supportarti a superare? (Una domanda a cui mi piacerebbe rispondeste tutti!)

    …….quello già esposto nella domanda N.1:-)

    4) Spazio libero: io ed il mio team ti ascoltiamo! Cosa ti va di dirci?

    Che siete fantastici, tutti, e rappresentate qualcosa di bello, sia per quello che fate, che per come lo fate…….veramente!

    • Grazie Alberto!

      Allora veniamo alla risposta: fare del proprio meglio in un lavoro che non piace è comunque la scelta migliore possibile, all’interno di quel lavoro.

      Un lavoro che non piace molti lo vivono come una prigione e non vedono l’ora di scappare ma non hanno fiducia in se stessi e il coraggio di fare i passi necessari per farlo (e di pagare il prezzo in termini di riqualificazione professionale, ricerca lavoro e tanto altro).
      Altri hanno arredato la prigione con fiori e tendine colorate e fanno finta che sia una casetta carina.
      Altri fanno del loro meglio ed è la scelta migliore, anche se, quello che noi sappiamo è che aspettano la fine della giornata e dil fine settimana come se fossero l’aria per un sub senza bombole. Allora mi chiedo io, quanto vivrebbero meglio se affrontassero gli step necessari per mollare e fare qualcosa che dalla mattina alla sera gli da soddisfazioni, gusto, divertimento e piacere?

      Sono solo riflessioni… tanx!!

    • Grazie delle riflessioni Max………mi riconosco decisamente nella terza opzione!

  • Sarah:

    Ciao Max, mi presento perché tu non mi conosci, ed io ti conosco solo virtualmente. Sono Sarah appunto e da due anni dopo un corso di formazione anzi “Il corso” sto procedendo per una nuova direzione. Avevo molti “problemi” allora, e grazie a questo corso ho compreso molte cose, ho avuto una gran spinta per reagire. Di risorse ne avevo ma a causa di una bassa autostima non le “vedevo”. Il titolo del libro mi intriga, perché è il mio punto debole per eccellenza. Lo compro sicuro!!!
    Veniamo alle tue domande ora, voglio aiutarti!;)
    1-Vorrei anche io più cose da ascoltare. Concordo anche io sull’ idea di un audio libro per “Se solo potessi”. Mi piace molto ascoltare.
    2-Devo ancora ascoltarli…Scusa ;). Ti “conosco” da poco.
    3-Il tuo “Se solo potessi” ha toccato molti aspetti della mia vita e posso dire che in ogni domanda ho trovato dove migliorare. Ho capito molte cose perché il tutto era strutturato in maniera chiara ed organizzata. Leggevo, capivo, elaboravo, mettevo in pratica. Ci vorrà del tempo, perché la “domanda” numero uno è da rinforzare. Il “nocciolo” non è saldo come vorrei!;). Le citazioni che accompagnano il libro…son meravigliose per altri spunti. Io sono curiosa quindi poi vado ad approfondire la conoscenza di altri autori!
    4-Di sicuro potreste aiutarmi con il Public-Speaking ed i lavori di gruppo. Son i problemi che son emersi nell’ “altro” corso. Comunque è sempre legato all’ autostima. Mi sento inferiore….Ma ci sto lavorando…;)
    5-Non so esattamente cosa voglio dirvi, solo che da due anni mi sento come Cristoforo Colombo: ho scoperto Un “Nuovo Mondo”. Il coaching, il counseling, la formazione…mi stanno facendo da supporto. Sono felice che mi sia stata data l’occasione di conoscerlo. Grazie a voi (vi ho scoperti su You tube – Grande il Web in queste occasioni, grande Facebook se usato in maniera funzionale;)) ed al libro so un po’ meglio cosa devo fare. A volte mi perdo, mi lascio andare…come un acquilone. E come ogni acquilone ha bisogno del cacciatore io ho bisogno di una guida! Fate un bel lavoro! Grazie!
    Un abbraccio e buona estate!!!

    • Ok Sarah ne approfitto per segnalare a te, Marco e tutti coloro che amano gli audio che in alto sulla destra sul blog regalo 2 audio di circa un’ora l’uno..e son entrambi super cool ovvero…fichi!

      Public Speaking..uhm..è il nostro punto di forza senza dubbio…se sei al nord, la seconda settimana di settembre c’è il grande “Public Speaking in azione”, a Roma invece 2 volte l’anno è in calendario.

      https://www.maxformisano.it/privati/formazione/corso-public-speaking.php

      Son contento di averti conosciuta allora, Cristoforo Colmbo/Sarah, e ricorda che alla fine ogni aquilone trova la sua strada:-)

    • Sarah:

      Grazie!
      Abito a Roma comunque;) Appena avrò un po’ di vento a favore magari passo con l’ acquilone o con la caravella!!! :)

    • Sarah:

      AQUILONE: scusate, errore imperdonabile…..

    • Sarah:

      Acquilone con la c non seipuo’ scrivere….Mi sa che pensavo all’ immagine di un aquilone al mare che volava al tramonto. Mare= acqua…e quindi ce sta…Ahahaha!!! Ecco come giustificarmi!!!

  • 1) Cosa ti piacerebbe che realizzassimo?

    Non so, direi che sarebbe bello se periodicamente facessi dei nuovi infoprodotti tipo Nel Fossato o simili…

    2) Ti piace come realizziamo i corsi multimediali? Per es. il divertente “3 contro tutti”.

    Si. Non ho ancora visionato 3vs tutti, ma preferisco dei corsi multimediali, piuttosto che dei video ripresi in aula.

    3) Vuoi darci feedback sul mio “Se solo potessi” ?

    Spettacolare, ottimo veramente.
    Appena posso ci faccio una bella recensione sul blog.

    4) Quale è il singolo, più grande ostacolo che la Max Formisano Training potrebbe supportarti a superare?

    mmmm….. direi…. un “how to organize a live course”: ottimo complemento al master FF
    ;-)

    5) Spazio libero: io ed il mio team ti ascoltiamo! Cosa ti va di dirci?

    Siete FIGHISSIMIIIIIIIIIIIII!!!!
    :-DDDDDDDDDDD

    1abbraccio affettuoso
    Josè

    • Grazie Josè..non per dovere ma volentieri ricambio il fighissimo a Ricchezza Vera ed ai tuoi ebook.
      il tuo “How to..” ovvero “come organizzare un corso live” ..mi piace molto..chissà se ai nostri lettori piace..rimbalzo la palla e vediamo che succede!!!

  • grazie mitico Max!
    :-)
    L’idea mi è venuta perchè da user la apprezzerei molto…
    ;-)

  • Qualcuno mi ha scritto messaggi su Facebook chiedendomi del libro, pensando fosse già pubblicato.
    Magari! Lo sto scrivendo proprio in questi giorni e sono quasi a metà dell’opera!

    Altro che mare quest’estate, meno male che mi aspetta Londra una settimana e mi son ripromesso di lasciare in casa il Mac, incatenato col lucchetto e sotterrato in cantina con la porta blindata, protetta da 2 cani ferocissimi. Ed io dentro col Mac:-) …

    No no, Londra mi aspetta! (1 giorno di corso e 5 da turista ci può stare!).

  • “How to..” ovvero “come organizzare un corso live” direi che è un’ottima idea!!! Grandi!!! :-)
    Tanto prima o poi me tocca anche a me :-) Magari ci fai la sorpresa e lo metti in “Public Speaking in azione” :-) , no o forse è meglio fare un corso apposta, cosa ne dici Max? :-)

  • Maria Elena:

    Hola Max, che bella notizia il tuo nuovo Libro!… mi raccomando con la tua foto “aggiornata” sul nuovo Libro… -:))
    è difficile accettare che qualcuno al di fuori di te dica cosa di sbagliato fai e cosa dovresti cambiare, tu Max sei un Potentissimo Strumento dell’Universo per “non insegnare”- anche se sei il Number ONE della formazione- hai il carisma di svelare all’altro quali cambiamenti dovrebbe mettere in atto e lo fai con Amore ed Umiltà!!! GRAZIE da questo luogo in Te…
    Ti conosco da poco più di un anno, ho partecipato ad un Tuo seminario a Roma, ho letto il Tuo Libro tutto da un fiato e aiuta e come,….. seguo il tuo nuovo Blog e attendo con curiosità ed entusiamo quanto avrai da svelarci nel nuovo Libro

    4) Quale è il singolo, più grande ostacolo che la Max Formisano Training potrebbe supportarti a superare? (Una domanda a cui mi piacerebbe rispondeste tutti!)

    … a ricordare ogni tempo e luogo che sono Luce!

  • Tiberiu:

    1) Cosa ti piacerebbe che realizzassimo?

    Cosa ne pensi di una versione live del Master? I singoli corsi , ma anche tutto l’insieme dei corsi registrati in formato video (e audio) ad una qualità eccellente (!!!) i quali possono essere acquistati come singoli o come intero (per chi non riesce ad essere presente nelle date indicate dei corsi, ma vuole comunque un prodotto molto valido dal formatore dei formatori!)

    2) Ti piace come realizziamo i corsi multimediali? Per es. il divertente “3 contro tutti”.

    Si, ho ascoltato di più i corsi “Nel Fossato” e “Public Speaking” che mi piaciono veramente! E proprio perché sono convinto della bontà e utilità di questi corsi che oso chiederti di pensare a quanto scritto alla domanda numero 1. Pensa a quanto può essere bello poter seguire anche questi corsi con i grandi formatori con i quali collabori! Secondo me sarebbe una bella sfida … SE SOLO POTESSI …

    3) Vuoi darci feedback sul mio “Se solo potessi” ?

    Un bellissimo libro, molto ben fatto, molto utile, che ti da una grande carica e motivazione per fare meglio le cose che si devono fare.
    Solo che ti devo dire una cosa riguardo alla dedica: io sono convinto che ci sia “LA VERITA'” e che questa si può incontrare se hai fede e gli occhi del cuore bene aperti!
    Rivedi un po’ il film “Affrontando i giganti” – presentato ai corsisti per la presentazione del Master. La filosofia di vita di questo allenatore è giusta! … la puoi rivedere da qui se vuoi: http://www.youtube.com/watch?v=bCZAkGTO7sI&feature=related – contiene anche il video fatto vedere da te!

    Il libro Se solo potessi mi aiuta proprio in questa direzione: dare il meglio in tutto!

    4) Quale è il singolo, più grande ostacolo che la Max Formisano Training potrebbe supportarti a superare?

    Un giorno gratuito ad un corso con Max Formisano! Cosa ne pensi di dare la possibilità di seguire gratuitamente un giorno (o più) ad un corso desiderato a chi ha già comprato dei tuoi audiocorsi e sperimentare live la bellezza e l’utilità di un corso con MAX!?! Scegliete voi chi potrebbe partecipare all’estrazione di un corso gratis con MAX FORMISANO! Pensa allora quanta pubblicità vera e posittiva si farà sia Max Formisano Training, sia Max … Perché nella vita non è tutto solo questione di soldi, ma anche di cuore. Pensa anche a chi non ha la possibilità materiale di seguire un tuo corso pagando, ma è interessato a diventare migliore. Voi gli elenchi di chi cerca la formazione li avete (anche dagli email del vostro sito/blog). Pensateci! Sicuramente farete contenti una o più persone all’anno se farete così. E sono sicuro che poi la relazione continuerà e non si fermerà ad un solo giorno live …

    5) Spazio libero: io ed il mio team ti ascoltiamo! Cosa ti va di dirci?

    Chi è buono cerca di fare bene le cose, aiutare gli altri e diffondere intorno a se l’amore. Sicuramente Max Formisano e il suo team ha la capacità di fare tutto questo in modo eccellente! Chi ha in mente un obbiettivo vero e buono e fa di tutto per realizzarlo sicuramente prima o poi seguirà uno dei vostri corsi (se non tutti)!!!
    A presto!
    Tiberiu

    • Il Master Formazione Formatori multimediale e multispeaker…ah…verrà il giorno in cui a sorpresa lo tireremo fuori ..e secondo me…non è neanche molto lontano:-)!
      Per me nulla sostituisce in efficacia l’aula, il clima, la motivazione e le spiegazioni ad hoc, comunque un corso multimediale fatto bene (come noi supponiamo di fare) potrebbe essere uno strumento molto valido..lo sapremo a breve:-)

      Lo so che tu hai fede in Dio, e la rispetto.

      Corso gratuito (sapevo che prima o poi veniva fuori questa richiesta:-) mi pare siamo quelli che si muovono più di tutti in questa direzione, ma non faremo più di quello che già facciamo perchè io credo relativamente al fatto che la formazione gratuita sia la manna dal cielo, anzi. Forse dobbiamo promuovere meglio le nostre iniziative, eccole:

      – Ieri 31 luglio si è chiuso il contest in cui regalavamo un corso gratuito..i risultati sono già nella home page di questo blog e sulla pagina fan di facebook, i primi 3 hanno vinto corsi live (il Nocciolo DUro) e multimediali. Il contest è durato più di un mese, chi segnalava più persone vinceva.

      – “Se solo potessi in azione” è il corso gratuito (si entra in 2 portando anche un solo libro “Se solo potessi”) di 2 giornate intere! Già fatto 2 volte a roma, e una a cosenza, a milano ed a catania! Prossime tappe probabilmente Bari e Roma. Per adesso hanno partecipato in totale quasi mille persone! Okkio alla newsletter ed al sito..a settembre ci sarà la pagina dedicata proprio a questo corso con tutte le date.

      – Noi abbiamo il “soddisfatti e rimborsati al 100%” su tutti i corsi e si può seguire interamente la prima giornata di ogni corso, se non è all’altezza delle aspettative, si chiede li stesso il rimborso che da contratto arriva entro la settimana prossima!

      Oh..direi che l’impegno ce l’abbiamo messo:-)

      Ps Grazie per le belle parole!

    • Tiberiu:

      Max,
      ti ringrazio sia per la tua risposta sia per aver pensato al corso multimediale del Master …
      Vedere te e anche gli altri grandi formatori in un corso del genere (e poterlo rivedere più volte) questo è il vantaggio del corso multimediale. Se la registrazione è live allora il clima dell’aula si potrebbe respirare anche per chi non era a quel momento in sala! Ti devo dire che hai il grande dono di far sembrare live anche i tuoi corsi registrati, proprio perché sei un grande esperto del parlare in publico, utilizzando molto bene il tono della voce!
      Per il corso “Se solo potessi in azione”, prometto di seguire le date e la prossima opportunità a Milano (o si potrebbe pensare anche a Bologna?)
      Sono curioso invece quando uscirà per il pubblico il tuo nuovo libro … quanto presto?
      Tanti saluti a te e al tuo team!
      Tiberiu

    • Sarah:

      Ciao, volevo ringraziarti…So che “parlavi” con Max…Ma il film che hai proposto vorrei vedermelo una di queste sere….ho visto il “pezzo” su you tube…Mi sembra un po’ coach Carter! Grazie Tiberiu!!! Sarah;)

    • Tiberiu:

      Ciao Sarah,
      il film “Affrontando i giganti” che cercavo da tempo (ho avuto ancora più interesse per esso dopo la presentazione del Master fatto da Max) è un ottimo film, sia per la motivazione, per capire quali sono le persone “che possono”, sia per quanto riguarda un discorso di fede. Sinceramente vale la pena vederlo! Lo puoi trovare anche su youtube da qui: http://www.youtube.com/watch?v=7u4ECJdj5gw
      E se vuoi vedere un film dello stesso autore sull’amore e la crisi matrimoniale ti suggerisco il film FIREPROOF (http://www.youtube.com/watch?v=nddtMKTzRew). Questo secondo me è un film da vedere per tutti quelli che sono sposati o si vogliono sposare. Ti cambia il modo di pensare e di come relazionarti all’interno del matrimonio e della famiglia!
      Tanti saluti,
      Tiberiu

  • valentina:

    Ciao Max sono una neofita, appena iscritta al master formatori, quindi salterò qualche risposta.

    1) Cosa ti piacerebbe che realizzassimo?
    Audiolibri, sono d’accordo con gli altri che dobbiamo sfruttare ogni ritaglio di tempo e le trasferte sono un ottimo spazio da utilizzare. Sintetici! Ho l’impressione che ai formatori manchi il dono della sintesi…

    4) Quale è il singolo, più grande ostacolo che la Max Formisano Training potrebbe supportarti a superare? (Una domanda a cui mi piacerebbe rispondeste tutti!)
    Troppe passioni = poca concentrazione, nessuna eccellenza e molta incostanza
    Qualcuno è in grado di aiutarmi a capire cosa tenere e cosa buttare?

    5) Spazio libero: io ed il mio team ti ascoltiamo! Cosa ti va di dirci?
    Abbiamo abbattuto muri, religioni, valori e non penso che sia stato tutto un male… solo che ora non abbiamo più miti se non poveri esseri fallaci come noi … OK, ora ti dico il mio sogno… voglio diventare il mio mito, non voglio deludermi mai!

    • Ciao Valentina, nel Master ti conoscerò meglio ma già mi permetto di chiamarti Vale:-)
      Apprezzerai molto il mio dono di sintesi allora..very good!

      Brava diventa il tuo mito!

      Troppe passioni, poca concentrazione e nessuna eccellenza?
      Bhè hai riassunto le 2 ore e passa di videotraining “Nel Fossato”, è solo su questo argomento e mai così a fondo era stato trattato!
      Questo è uno dei grandi ostacoli che ho scoperto accomunare la maggior parte delle persone e penso che il sistema del fossato aiuti davvero tanto.
      Ed ecco il suggerimento: solo tu puoi capire cosa tenere e cosa buttare!

      Dai un’occhiata se vuoi, è il nostro bestseller multimediale e per quello che offre è davvero

      https://www.maxformisano.it/nelfossato/

      Grazie del contributo!

  • Filomena:

    Non riesco a realizzarmi nè dal punto di vista professionale,nè sentimentale ed essendo sola al mondo x poco non mi ammalo…

    • Filomena mi spiace,
      spero tu stia pensando a fare qualcosa di DIVERSO da quello che hai fatto finora, altrimenti otterrai gli stessi risultati.
      In bocca al lupo

  • Filomena:

    volevo specificare ke è da 3 anni ke conosco ho-oponopono la legge dell’attrazione e nonostante i numerosi libri letti ,nonostante le emozioni ke sento con tutte le mie forze,nonostante l’impegno,nonostante l’immaginazione creativa o la musica binaurale (o come si kiama)scaricata dal sito di Antonio Origgi nella mia vita non è cambiata una virgola a parte dispiaceri…cmq grazie x tutto quello ke fai e complimenti x come lo fai,vorrei potermi firmare…donna disperata

    • Filomena saresti la prima persona, su migliaia conosciute dal ’96, che dice che applica tutta questa roba senza risultati. Piuttosto ne ho conosciute molte centinaia che non hanno risultati perchè non applicano.
      Davvero, chiediti cosa stai facendo TU per mantenere il problema.

      Mi spiace ma sul blog ho promesso di essere franco e dire quello che penso e che “so” che può fare la differenza.

      Quello che ognuno di noi ha in questo momento è frutto è frutto di quello che ha seminato o non seminato, dell’impegno che ci ha messo realmente e di tutto quello che si può immaginare.

      Guarda davvero dentro di te.
      max

  • Dunque…
    1) Cosa ti piacerebbe che realizzassimo?
    Mi piacerebbe si riuscisse a realizzare qualcosa nel campo genitoriale… Hai la sensibilità giusta per NON insegnare a fare il genitore. E ce ne sarebbe tanto bisogno, visto chi e’ diventato il riferimento al mondo del perfetto genitore… una tata.

    2) Ti piace come realizziamo i corsi multimediali? Per es. il divertente “3 contro tutti”.

    Molto divertenti, yes.

    3) Vuoi darci feedback sul mio “Se solo potessi” ?

    Molto potente! Sembra semplice da scrivere, semplice da leggere e semplice da applicare…

    4) Quale è il singolo, più grande ostacolo che la Max Formisano Training potrebbe supportarti a superare?

    La sete di conoscenza e’ talmente enorme che qualunque stimolo e’ per me fonte di supporto.

    5) Spazio libero: io ed il mio team ti ascoltiamo! Cosa ti va di dirci?

    E’ raro trovare concentrato in un solo team cuore, cervello ed azione. Complimenti, continuate cosi…

    maurizio

    • Grazie..sui Genitori Eccellenti c’è chi se ne occupa bene…
      su facebook hanno la pagina Genitori Eccellenti (e sono corsisti del qui presente NON genitore),
      grazie maurizio!

  • Per gli amanti degli audiotraining, ho sfornato da neanche un mesetto l’ultima fatica…
    tutta dedicata a chi ama il mestiere della formazione e lo pratica o lo vorrebbe praticare.

    Con gli amici di Compagnia dei Talenti ed il suo “boss” Andrea Lagravinese, ladies and gentleman,
    my friends, ecco a voi… :

    http://www.compagniadeitalenti.com/supertrainer?aff_id=3

  • Patrizio:

    Ciao Max
    intanto grazie di questo intervento,mi dai la possibilità di esrprimere il mio stato d’animo di ciò che credo.
    Non ho mai frequentato un tuo corso anche se ci tengo a farlo per conoscere quello che insegni.

    Del resto sai benissimo che i corsi una volta passato l’entusiasmo ci riporta nella cruda realtà,ed li il difficile
    riprendere in mano quello che abbiamo imparato.Ti ritrovi da solo a ricominciare da capo.

    La mia esperienza lavorativa e di formazione fatta nel 1998 (questa mi ha aiutato a modificare me stesso negli anni) ma anche gli anni hanno cambiato il modo di vendere e di raggiungere certi risultati.

    Oggi faccio il lavoro più duro il porta a porta con prodotti per il risparmio energetico , dal solare termico al fotovoltaico,ecc credimi questa vendita è dura molto dura.

    Tante volte mi sono bloccato e credimi perso , mi sono guardato dentro e sono ripartito , stò continuando a lottare ed essere un camaleonte trasformarsi in ogni esigenza.

    Spero in futuro in uno dei tuoi corsi posso fare conoscenza di cose che mi aiutano a migliorare ancora ciò che sbaglio.

    Grazie della tua attenzione

    Patrizio

    • Ciao Patrizio,
      se il lavoro è così duro e ti da poche soddisfazioni, perchè mai non prendi in mano la tua vita e non cerchi qualcosa di meglio?
      Tutti meritiamo di vivere senza stress, però serve sia conoscenza (cerca di capire dove vuoi andare e prima ancora chi sei veramente) e coraggio per cambiare le cose. Resistere non basta. Resistere è passivo.Scegliere è proattivo.
      Invece di trasformarti per ogni esigenza, che comunque è un’ottima prova di sopravvivenza e di flessibilità, parti da ciò che ti piace e dai tuoi talenti e dalle tue capacità.

      Ok detto questo, non credo che dopo un corso passi l’entusiasmo e si torni alla vita di prima (almeno non dopo un mio corso). Noi non ci occupiamo di corsi di esaltazione temporanea (sì ce ne sono in giro ma il livello qui da noi in Italia, per me, è più che buono, con punte di eccellenze e di mediocrità).
      Noi insegniamo tecniche e strategie e soprattutto un atteggiamento mentale con cui la vita NON può più essere vista in un certo modo, perchè il focus si sposta dai problemi alla ricerca di soluzioni. Piuttosto la riflessione per te ed i lettori è la seguente: dopo l’entusiasmo iniziale, quanta volontà , costanza e PIANIFICAZIONE metti nell’applicare ciò che ti è stato insegnato?

      Spero di non esser stato troppo “brutale”, rileggendo il mio scritto mi accorgo che son stato “diretto” però io ritengo che la verità, come si suol dire, sia sempre liberatoria. Inutile imbellettare la realtà anzi, è spesso controproducente.

      Ti faccio i complimenti per la forza con cui sei sempre ripartito. Forse ora devi passare ad un livello superiore, buon tutto!
      max

  • Sarah:

    Confermo, a me un corso di formazione ben fatto, ha cambiato la vita. Era il momento…;)

  • filippo "orologio arancio":

    ciao max, ottimo strumento di marketing a cui rispondo molto molto molto volentieri. d’altronde te la sei cercata e me la sono voluta!!!
    1) un corso sul web marketing. credo che sia nel promuoversi on line ed off line (al quale intendo partecipare); ma intendo una cosa del tipo “COME COMUNICARE CON IL WEB PUBLIC”, non solo per il mktg.
    2) vi conosco da poco e vi apprezzo molto. non conosco i corsi multimediali.
    3) un libro fantastico!!! semplice, utile e di grande fascino. molto diretto e che ti aiuta a pensare, ad organizzare e ad agire. posso proporlo come libro di testo obbligatorio nei corsi per adulti e ragazzi? se posso fare un piccolo appunto aggiungerei qualche spazio in più all’esercitazione (sempre utile) e CAMBIEREI ASSOLUTAMENTE LA FOTO IN 4° DI COPERTINA
    4) RESTARE ECCELLENTI, è semplice … la famosa abitudine di Aristotele. ma già cercare di diventarlo è un gran bel viaggio
    5) mi piacerebbe che cominciassi a pensare e realizzare, per noi e con noi, all’evoluzione del pensiero di Kolb!!! e non solo al pensiero, ma cosa si può fare per migliorare la formazione, le persone e di conseguenza il mondo. libri non ce sono, almeno in italiano, audiovideo forse, corsi??? mi auguro che il tuo prossimo grande impegno sia proprio questo. e se hai bisogno di una mano sai dove trovarmi. se o non sei il formatore dei formatore? cosa aspetti?
    ti abbraccio forte e ti faccio tanti tanti tanti complimenti.
    filippo “orange watch”

    • Ciao grande Filippo “orange watch” (ma ormai ti ho visualizzato anche senza memo del grande e stupendo orologio arancione:-),
      Puoi spiegarmi meglio che intendi per comunicare col web public?

      Nella prossima ristampa in uscita di “Se solo potessi”, FINALMENTE, a grande richiesta, la foto di quarta di copertina sarà aggiornata! Ogni autografo che faccio mi becco il commento “però sai che questo non sembri tu! Questo è più vecchio e cicciotto” AHHAGGG:-)
      Comunque sì..puoi proporlo come testo obbligatorio per adulti e ragazzi!

      Ah ma quanti prossimi impegni devo prendere?':-)

      – Completare il “Se solo potessi parlare in pubblico” (sono a metà, conto di finire ai primi di settembre);
      – Super corso multimediale Quasi Top Secret (lanciamo a novembre..ora abbiamo finito la progettazione e a settembre inizia la realizzazione)
      Super progetto Top Top Secret, primavera 2012 (questo è quello a cui lavoro già da un po’, mi sta appassionando enormemente ed è qualcosa che in Italia non esiste!).
      Salvare il mondo (senza data di scadenza).

      Va bene fatemi finire il libro, così chiudo un fossato, e apro quello di salvare il mondo (e mica scherzo!).
      Stay tuned!
      mx

  • filippo "orologio arancio":

    ciao Max “Mitico”Formisano, e grazie per la risposta, criptica e chiara nello stesso momento. sono molto contento ed emozionato; domani quì in azienda ho la prime 3 ore di formazione “PARLARE CON IL PUBBLICO”, per 8 persone che tengono generalmente presentazioni a clienti. Ho imparato molte cose durante il VOSTRO corso e voglio metterle in pratica subito, con molta energia e con molta umiltà. Ora vado a prepararmi: la sala, lo stress, la previsione multisensoriale (a cui mi sto allenando da qualche giorno) ….

    Sto pensando alla formazione a distanza che si possa realizzare anche attraverso il web. i corsi multimediali sono statici, non trovi? come riesco a creare l’uptime? e come posso realizzare un evento di 40 minuti con persone in giro per il pianeta?

    La tecnologia esiste … ma il modo di comunicare con il pubblico (in questo caso il WEB PUBLIC) vedo e sento che è molto diverso. Possiamo (ti coinvolgo) colmare questo GAP?
    NON VOGLIO DISTOGLIERTI DAI TUOI PROGETTI, che mi sembrano molto belli ed interessanti.
    mi hai chiesto di chiedervi qualcosa, e questo è il mio qualcosa!!!

    il “se potessi” da gennaio, quando l’ho preso l’ho già letto 2 volte ed ho trovato il “motivo” per riposizionare il mio progetto. IN BOCCA AL LUPO PER IL PROSSIMO LIBRO, che diventerà testo obbligatorio per i prossimi corsi di “COMUNICARE CON IL PUBBLICO”

    grazie di tutto, spero di vederti presto a settembre sotto il segno del coaching.
    un abbraccio

    FILIPPO OW

    • FILIPPO VISTO CHE DOMANI HAI 3 ORE DI PUBLIC SPEAKING, SPERO GRADIRAI UN BREVE ESTRATTO AL VOLO DEL LIBRO CHE STO SCRIVENDO..ANCORA BOZZA, NEANCHE RIVISTO..QUINDI CON ERRORI E TUTTO MA RENDE L’IDEA!
      PS. MA SI PUò FARE?BHO! IO LO FACCIO..ECCOLO:

      A) LINGUAGGIO DEL CORPO (O COMUNICAZIONE NON VERBALE)

      AGGIUNGERE CITAZIONE

      Cosa é.
      Postura, mimica facciale (sorriso, espressioni, sguardo), respirazione, movimenti gestualità, prossemica.
      Tu non hai la minima idea di quello che fai col corpo quando parli davanti a più persone (e neanche quando parli con una). Ne ho le prove. Con la telecamera quando in plenaria rivediamo le prove fatte da ogni partecipante, la faccia che fanno quando si vedono per la prima volta, è straordinaria, dice più di un libro. Le espressioni sono tutte simili a questa: “non ci credo che parlando avevo messo le mani davanti al pube” (cd. posizione foglia di fico, difesa).

      Perché bisogna comprenderlo.

      Come si usa.

      Dove ti metti?
      Qual è la posizione migliore per essere efficace nel trasmettere il messaggio? Sedia? Dietro il leggio? Dietro il tavolo?

      L’oratore eccellente sta in piedi.
      Punto.

      Sono davvero pochi i casi in cui realmente non puoi chiedere scusa agli altri relatori, se ce ne sono, o in cui sei obbligato in posizioni diverse.
      Quando sei in piedi, tu e il tuo messaggio siete il fulcro di tutto.
      Dietro al leggio? No! Magari aggrappati e leggendo il discorso!

      Spiegazione Cerchio del potere…..

      Quindi se parlo 2 ore devo stare fermo 2 ore nel cerchio del potere?
      No. Ovviamente no.
      Sia per non farli abituare, perderesti comunque attenzione dopo un po’, quindi conviene cambiare scenario .
      Sia perché avrai bisogno di muoverti per molte altre ragioni, a una sola e incondizionata ragione:
      fallo solo se hai uno scopo, altrimenti il tuo linguaggio del corpo disperderà moltissimo il tuo messaggio.

      Ancoraggio spaziale.
      E’ il nesso tra il luogo fisico, un’azione e uno stato.
      Mi spiego meglio. E’ come predisporre le persone alla prossima mossa, a ciò che sta per avvenire.

      Ecco come io uso lo spazio e gli ancoraggi (in maniera naturale ovviamente, non a scatti) quando faccio corsi, interventi in meeting o convention aziendali:

      – partenza e messaggi più importanti dal cerchio del potere.
      – a volte mi avvicino facendo domande (e torno nel cerchio per far capire che è finito il momento delle risposte). Oppure uso uno sgabello (più raro) per domande e feedback delle esercitazioni (cd. debriefing) . Da poco ho preso una sedia da “truccatore”, come quelle da registi ma più alta, la sto “testando”, per sostituire lo sgabello (che ormai è fin troppo usato).
      – a volte mi avvicino al partecipante che fa una domanda , però nei casi in cui la domanda è una conferenza, mi allontano (il suo inconscio capisce che è ora di restituire la palla perché sono nel cerchio da cui “parlo io”)
      – mi appoggio sul tavolo che pongo sempre dietro di me per raccontare una storia (metafora o aneddoto). A volte mi ci siedo sopra, a gambe incrociate, ma non sono un esempio da seguire in tutto☺.
      – vado verso la lavagna per scrivere qualcosa e resto vicino anche qualche minuto dopo aver scritto
      – entro nel semicerchio o nella platea quando scorgo un inizio di stato di “coma” del pubblico (a volte si esagera a tavola oppure il primo giorno qualcuno è molto stanco perché sveglio dall’alba ed ha viaggiato, o a volte l’argomento è più complesso o magari non sono stato abbastanza bravo nel tenere desta l’attenzione).
      – quando qualcuno fa domande o risponde con un tono di voce basso (accade spesso), mi allontano da lui per fargli inconsciamente alzare la voce. A volte non funziona e gli chiedo semplicemente di alzare la voce affinché si senta anche in fondo alla sala, ma metà delle volte la frase viene ripetuta esattamente con lo stesso tono e volume. Allora uso la tecnica classica: ripeto la domanda ad alta voce, in favore di tutti.

      Scoglio contro marea.

      Citazione sulla “stabilità”
      – gambe leggermente divaricate all’altezza delle spalle,
      – postura eretta.
      – verso il pubblico, frontalmente
      – radicarsi

      Il senso è: qualsiasi roba arrivi dalla platea, tu sei pronto a tutto. Assorbire o respingere o canalizzare o trasformare l’energia che può arrivare sia sotto forma di considerazioni positive che di scetticismo, stanchezza, domande pretestuose o menefreghismo. Se tu sai applicare il materiale di questo testo, tutta questa energia la saprai canalizzare verso positività…

      Come nello stupendo film “Il Gladiatore”, quando “Lui” (se non hai visto il film non ti spiego neanche chi sia lui!) è nell’arena coi suoi compagni, in netta inferiorità numerica, e dice indicando le porte: “qualsiasi cosa esca da lì, restate uniti”. (controllare citazione esatta)

      Anche se non amo incapsulare in stereotipi le persone, sarà utile, all’inizio, avere in mente cosa evitare:

      NO
      Lilli Gruber (di profilo all’uditorio: “signore e signori, buongiorno”)
      Il guardiano della Torre di Pisa (storto)
      Mussolini ( braccia conserte : “me ne frego!”)
      John Wayne (gambe troppo aperte e mani verso le tasche/cinturone: “pronto al duello?”
      Ponzio Pilato (mani che si sfregano tra loro: “me ne lavo le mani”
      Don Abbondio (mani giunte: “vi prego non fatemi del male”)
      Hitler (mani dietro la schiena: “qui comando io”)
      Xxx (il calciatore in barriera, mani davanti ai genitali: “speriamo che non…”)
      Fantozzi ( grattini e auto contatti, soprattutto verso il volto: “facci di me quello che vuole”)
      Il Soldato: (scava trincee camminando furiosamente in orizzontale o verticale: “che stress!”)
      Il Pupazzo ( sorrisi finti a go-go)
      La Statua della libertà: (immobile: “sono paralizzato”
      La guardia reale (gambe unite, trasmette instabilità: “mi piego ma non mi spezzo”)

      Parafulmini.
      – oggetti: penne, pennarelli e simili oggetti. I cd. parafulmini, qualcuno li consiglia perché servono a sfogare la tensione, ma spesso si trasformano in un autogoal. Penne a scatto (click click click..tutti se ne accorgono tranne te, garantito) , pennarelli da contorcere e stappare e ritappare

      Essere bravi nel maneggiare oggetti in pubblico è questione di pratica, quindi se devi allenarti coi parafulmini, tanto vale allenarti senza nulla. E poi, le mani ti servono per sottolineare ciò che dici, non per stringere roba.

      Fai così: non portare nulla quando parli in pubblico. Io non riesco” più a fare neanche se ho il portafoglio addosso (eppure vedo gente che parla col cellulare nella taschino della camicia, che già sarebbe da uccidere per indossare una camicia col taschino, se poi da li spuntano anche le penne…vabbè….
      spiccioli o altro nelle tasche (vuote!)

      Conguenza.

      Lo “scoglio” l’ho capito, ma delle braccia che me ne faccio?
      E con le mani che ci faccio, è la domanda più gettonata quando parlo di questa postura.
      Ecco la risposta: la gestualità sottolinea le parole o frasi più importanti, cioè in maniera congruente descrive ciò che stai dicendo. Ma non tutto, altrimenti il messaggio perde efficacia.
      Quindi parlo di allineare il contenuto del tuo messaggio con la forma, in questo caso il linguaggio del corpo.
      E di evidenziare, sottolineare, parole e frasi chiave con i gesti, la postura, la mimica e tutto il resto.
      Hai presente chi per studiare sottolinea quasi tutto il libro di testo? E’ come usare la stessa gestualità e lo stesso linguaggio del corpo per tutto il tempo.

      Non è facile le prime volte, lo diventa con l’allenamento.

      Senza diventare robot e senza distrarre usandola a caso, “come viene viene”
      Esempi vari cazz e mazz…

  • fantastico! Sei il numero 1!

    Nessuno era arrivato a tanto… quando si dice “prodigarsi per il prossimo”.

    In agenda per settembre ho gia’ segnato “salvare il mondo”.

  • Tiberiu:

    Grande Max!
    Rivellare in anticipo una parte del tuo libro! Molto interessante! Così si può gustare qualcosa di come sarà il tuo prossimo libro!
    Ma ancora più interessante mi sembra il tuo prossimo fossato (se non scherzi!): salvare il mondo! Suona molto interessante! … Avrai bisogno di tanti collaboratori per questo fossato! E ci vuole tanto tanto impegno! Ma è bello vedere persone che pensano anche a questo!
    Tanti saluti!
    Tiberiu

  • argia:

    Ciao Max,
    ti anticipo: perdona la conferenza ma pedissequamente ho svolto quanto hai proposto tenendo conto appunto che è estate, ho riflettuto a lungo prima di scrivere.

    Di te fino a poche settimane fa, non sapevo nulla. Quello che so di te l’ho letto sul Blog e sulle varie email che mi sono pervenute sulla tua attività di formatore, ho così scaricato il manifesto della formazione e l’introduzione a Se solo potessi che ho letto con interesse. Di te ho appreso che, come il 99% degli uomini, ti piacciono i tramonti, consideri i figli una fonte di serenità e se trovi quella giusta la impagnotti (l’espressione è tua, io ho cercato sul vocabolario il temine ma non l’ho trovato, per cui chiedo scusa se l’ho scritto male); che dire? Per quanto mi riguarda, se ci fossero più uomini come te, anche le donne sarebbero migliori. La cosa che conosco meglio di te è la tua bellissima stretta di mano: morbida e sicura, ferma e accogliente, magnetica; ho avuto il piacere di partecipare il 14 o il 12 Luglio scorso, alla presentazione del Master tenuta a Milano, dove sono arrivata in ritardo, in realtà non so poi così tanto, non so neppure il tuo nome: Max è diminutivo di Massimo?!
    A parte queste rilevazioni tecniche di chi ci sta provando, Ops! … Scherzo, scherzo … Chiedo scusa. Sono solo una persona che nonostante tutto è ancora curiosa o più precisamente, mio fratello direbbe, che abbocca facilmente.
    Prima di rispondere alle domande che poni, vorrei fare una premessa e dire che non si può assumere come paradigma, l’assunto: OGNUNO VIVE SECONDO LA STORIA CHE SI E’ SCELTO, per es. il disabile che abita da solo al quinto piano, senza ascensore, non ha scelto di non uscire di casa, o il clandestino che è confinato per 15 mesi, non ha scelto di non far parte del consorzio umano; non voglio essere polemica ma è doveroso per assumere pienamente la nostra libertà, poi so che Assagioli dice che non è importante quello che gli altri fanno a te ma cosa tu fai, di quello che ti fanno; Frankl fondatore della logoterapia, propone una visione simile nel suo libro uno psicologo nel lagher mentre la Lukas nel dare un senso alla vita richiama all’ autonomia della persona a dispetto delle situazioni, nonostante questi autori indiretti o del tutto estranei ispiratori dell’asserzione: OGNUNO VIVE SECONDO LA STORIA CHE SI E’ SCELTO, non è sempre vero che la storia si possa scegliere; noi siamo dei privilegiati, la formazione è un privilegio che non può, non tenere conto, di quanti stanno alla finestra perché handicappati al quinto piano. Non a caso il concetto di disabilità è divenuto nel tempo, un concetto di pertinenza più sociale che medico, biologico o psicologico. Non possiamo parlare di formazione avulsa o indifferente ad una prospettiva comunitaria.
    Solo in quest’ottica la formazione diventa una buon cammino e una valida proposta per il singolo: se si propone di rimuovere ostacoli, riconoscere cittadinanza alle differenze e risolvere problemi reali o presunti, se è aperta alla vita allora la formazione, si appropria di una sua specificità che la distingue da ogni altra forma di intervento; il valore aggiunto della formazione dovrebbe essere l’acquisizione di una consapevolezza più acuita nei confronti della quotidianità e il coraggio di esserci. In questo senso, la formazione dovrebbe differenziarsi e sempre più specificarsi: chi, fa cosa, come … E come dici tu, farlo meglio. Avevo trovato una bellissima meditazione a proposito ma non conosco le regole sui diritti d’autore, l’ho trovata su cerchio 77 a cui rimando se qualcuno non è ancora annoiato o lo è troppo.
    Quello che più mi ha interessato della Max Formisano Trainer è il connubio che propone tra crescita personale e crescita professionale, se avessimo avuto tutti più consapevolezza del lavoro come ricchezza umana, non ci saremmo entusiasmati della flessibilità divenuta poi precarietà ma avremmo avuto più cura della sicurezza lavorativa intesa come opportunità insostituibile di esistenza dignitosa, in quanto garanzia di progettualità a lungo termine che autonomatizza, emancipandola la singola persona, la quale, può sperimentare adultità e partecipazione. Nella vostra proposta diventati antagonisti della scritta atroce che tutti conosciamo: il lavoro rende liberi, davvero il lavoro scelto e svolto con cura e passione rende liberi e nobilita l’uomo, se vogliamo, avete sintetizzato bene la nostra Costituzione e la Costituzione Americana che dichiara il diritto alla felicità: ama il tuo dovere e sii felice! Non è poco considerati i tempi vuoti e violenti che attraversiamo, anzi, io credo che con l’acqua sporca abbiamo anche gettato via il bambino, da qui lo smarrimento più cupo … E anche per questo la formazione non può essere ottusa ma aperta e preoccupata per una dimensione comunitaria che si sostanzia in EDUCAZIONE, GENITORIALITA’ e ADULTITA’. Secondo me.
    Cosa ti piacerebbe che realizzassimo? Questa sì che è una domanda a cui mi piacerebbe rispondessi!
    1) Anche se … vado fuori tema?!
    Vorrei quindi, che teneste nel giusto conto la dimensione dell’educativo, l’educazione è l’area che non compare come eccellenza, non c’è nello spazio dei formatori eccellenti dove compare la sicurezza per es., forse dimensione troppo ampia, non rientra nella vostra mission in alcun modo, se vi rientra in modo implicito a me pare scarso, capisco la necessità del diniego per meglio identificarvi come proposta ma parli di aziende: nidi aziendali, formazione e controllo qualità di spazi, tempi e relazioni per evitare i CIP e CIOP (forse, sicuramente, scrivo banalità ma i bambini sono stati la mia vita per più di vent’anni …), corsi estivi altro problema: come formare e non improvvisare personale educativo troppo spesso, di basso profilo e scadente proposta e poi …
    Perché non considerare la genitorialità come ambito per una formazione d’eccellenza? Il rimando al gruppo su Facebook, se è l’unica a cui fai riferimento, non trovi sia, quanto meno banale? Se così fosse, mi sorprendi o mi deludi, è più appropriato … Parli di una metodologia originale e allora ascolta: la richiesta esiste e ti è stata rivolta, per fortuna qualcuno capisce che la tata non può essere la soluzione all’emergenza che c’è nel “fare” il genitore, per giunta NON devi insegnare a … Gordon ha scritto insegnanti efficaci come pure genitori efficaci, Gaber stesso canta “non insegnate ai bambini” … I genitori vanno supportati, apri canali nelle aziende … Per dire! In effetti sto delegando o proiettando quanto avrei voluto realizzare io e che mi ha portato a partecipare alla presentazione del Master. Il progetto era diventare formatrice in un’associazione ma per essere sicura di passare l’esame, formarmi a formare: l’eccellenza!
    E l’adultità non sarebbe da tematizzare per riscoprire il valore etico che la sostanzia – non apriamo un discorso di valori, non ci incontreremo mai, ma un confronto sui comportamenti, almeno, per sgonfiare l’ego abnorme, arbitrario, palestrato … Sob!
    Una cosa mi piacerebbe che faceste subito: se pensate che la scuola, luogo istituzionale deputato all’educazione e trasversalmente responsabile della declinazione di concetti che malamente ho esposto, se pensate, sicuro, che paghi poco e tardi, potete per favore smettere di alludere all’incompetenza dei suoi operatori quando cercate esempi per promuovere la vostra azione? Nella Scuola Pubblica ci sono io e molti altri meglio preparati di me che non si annoiano, che sanno invece di didattica e non meritano di essere additati come “fannulloni” da nessuno; fate allora, nome e cognome, non generalizzate per favore. La Scuola Pubblica merita rispetto e cura altrimenti perderemo un patrimonio inestimabile, ma che importa?!? Si discute di abolire il valore legale del titolo di studio, e secondo me, è pericoloso e sbagliato perché vuol dire imbarbarire la formazione; voi avete a cuore anche il guadagno, legittimamente ma siete almeno scrupolosi, trasparenti più di altri e vi potete distinguere, ma non sarà più così, cos’è? Volete accelerare i tempi continuando a screditare la scuola? …
    Dimenticavo: la DIDATTICA come fare a … Metariflessione, meta comunicazione … Realizzare qualcosa per “ risvegliare” … I contenuti? …

    Ti piace come realizziamo i corsi multimediali? Per es. il divertente “3 contro tutti”.
    2) Non li conosco, però posso dire che non acquisterei niente in rete, ho visto lo spot del fossato al prezzo accessibile di un libro: 47 euro (se non è un corso, è comunque qualcosa che a me interesserebbe), da acquistare direttamente ma se volessi ordinarlo? Non ho trovato indicazioni in merito, ho guardato male? E’ possibile un’ordinazione tradizionale magari telefonica? Se volete arrivare a tutti, la sola modalità on-line non esclude già, una potenziale utenza che come me è imbranata e non si fida della tecnologia?

    Vuoi darci feedback sul mio “Se solo potessi” ?
    3) Mi ripropongo di acquistarlo per leggerlo (avrei potuto anche regalarlo …) ma non adesso, oberata come non mai, con un concorso impossibile …. Questo spazio è stata la mia oasi estiva.

    Quale è il singolo, più grande ostacolo che la Max Formisano Training potrebbe supportarti a superare? (Una domanda a cui mi piacerebbe rispondeste tutti!)

    4) Avete già contribuito molto nel motivarmi a partecipare ad un concorso per il quale ci vuole tantissima energia, concentrazione, competenza … Bellissimo! E poi aver trovato su you tube la sequenza splendida di quel film: che Gioia! … Grazie per le indicazioni, e poi grazie per l’attenzione … Mio fratello direbbe che ho abboccato proprio bene!!! …
    Qual è il mio singolo, più grande ostacolo? Dopo l’aspetto economico che piange, vuoi dire? …

    Spazio libero: io ed il mio team ti ascoltiamo! Cosa ti va di dirci?
    5) Ho solo espresso opinioni, pensieri su un tema a me caro, chiedo scusa se risultano stupidi o fuori luogo ma soprattutto spero di essere stata rispettosa nei confronti di ciascuno, questa è la mia intenzione.
    Dedico a Filomena questa “preghiera laica” che mi è giunta via email con l’indicazione di diffonderla.

    Che oggi dimori la pace in te.
    Che tu sappia e abbia fiducia del fatto che sei esattamente nel luogo
    in cui devi stare.
    Che tu possa non dimenticare le possibilità infinite che sorgono
    attraverso
    la fede in te stessa e negli altri.
    Che tu possa utilizzare i doni che hai ricevuto, e possa passare ad
    altri l’Amore che hai ricevuto.
    Che tu possa essere felice della persona che sei, così come sei, in
    questo esatto momento.
    Permetti che questa consapevolezza penetri fino alle tue ossa, e
    permetti
    alla tua anima la libertà di cantare, ballare, pregare e amare.
    Tutto questo sta qui per ognuno e tutti noi.

    • Argia ciao..anche tu potresti scrivere un libro!
      Per le prossime volte ti consiglio di sintetizzare meglio i tuoi concetti sia perchè la maggior parte delle persone non leggeranno tutto quello che hai scritto e anche perchè si rischia di perdere le vere domande che vuoi fare tra i tanti tuoi commenti o suggerimenti.

      Il mio nome all’anagrafe è Massimiliano!

      Io interpreto “ognuno sceglie la propria storia” esattamente come hai scritto tu citando Frankl , Assagioli e altri. Nonostante quello che accade, la palla di come rispondere sta sempre a te. I 2 migliori speaker professionali che ho conosciuto, non avevano nè gambe nè braccia. Hanno scelto di ispirare gli altri per fargli capire che non è quello che accade, per quanto sia tremendo, ma come reagisci a quello che accade. Poi sì, è ovvio che bisogna interpretarlo con intelligenza: un disabile non vincerà mai le olimpiadi..però quelle dei disabili magari sì!

      Argia la Scuola Italiana, secondo me, è da DEMOLIRE E RICOSTRUIRE. Come scrivo sempre, ci sono eccellenze e professionalità nella nostra scuola, sommerse e contornate da una marea di mediocrità. Altro che nomi e cognomi! L’elenco telefonico!

      I corsi on line si possono acquistare solo online, son fatti per liberare le nostre persone da lavoro supplementare e ti assicuro che in 5 minuti al massimo si termina l’acquisto.

      Mi stai chiedendo di organizzare corsi per genitori pur sapendo che non sono genitore? Mmmm..altro che banale..è poco professionale e non posso farlo, mentre Genitori Eccellenti, il gruppo Facebook, si sta organizzando con un libro e poi con i corsi a venire.

      Argia i tuoi commenti sono i benvenuti , che rispecchino o meno il mio modo di pensare, quindi continua a commentarci (ma più in sintesi:-),
      un abbraccio grande
      max

  • filippo "orologio arancio":

    GRAZIE, sono realmente commosso e carico, come “IL GLADIATORE”.
    Pensavo che fossi una persona eccezionale, eppure anche questa volta mi hai stupito. L’asticella è salita ben oltre le mie aspettative.
    Quello che mi hai offerto (ed hai offerto a tutti noi) è molto di più di “consigli” o “pezzi di libro”; sono le magiche parole, le rivelazioni che solo i grandi sanno trasmetterti.
    Posso darti un consiglio: continua così!!! (poco coach ma non importa …)
    GRAZIE GRAZIE GRAZIE con tutto me stesso

  • alberto bergamo:

    …a volte mi avvicino al partecipante che fa una domanda , però nei casi in cui la domanda è una conferenza, mi allontano (il suo inconscio capisce che è ora di restituire la palla perché sono nel cerchio da cui “parlo io”)

    Complimenti Max………….tra tutte le cose assolutamente interessanti che hai detto sul post di ieri, questa è veramente geniale………:-)

  • Ciao Max.
    rispondo volentieri alle tue domande…

    1) Cosa ti piacerebbe che realizzassimo? Questa sì che è una domanda a cui mi piacerebbe rispondessi!
    Se tu mi avessi fatto questa domanda mesi fa, ti avrei risposto che avrei desiderato vederti all’azione al Nord, in modo che molte persone a cui tengo potessero aver accesso ai tuoi corsi in maniera più comoda! Lo so che questo non è molto della tua filosofia ( dimmi la via.. che ti organizzo il corso sotto casa..), è pur vero che non sempre quando si inizia un percorso di formazione la F di flessibilità sia così allenata e quindi la vicinanza, per poterci trascinare qualcuno la prima volta.. fa la differenza!
    Quindi per me il Master che parte a Milano, è già un mio desiderio realizzato! Non ne ho altri al momento.. anche se so che voi mi precedete sempre! Dev’essere la legge dell’attrazione: io penso e voi fate! Grazie! Non sarai mica tu il genio della lampada di Aladino?

    2) Ti piace come realizziamo i corsi multimediali? Per es. il divertente “3 contro tutti”.
    Sì, trovo i corsi multimediali, sopattutto gli audio corsi un’ottima risorsa, per chi come me è spesso in auto.

    3) Vuoi darci feedback sul mio “Se solo potessi” ?
    S-T-R-E-P-I-T-O-S-O!
    Un manuale da tenere a portata di mano, da aprire e leggere quando gli alibi fanno capolino nella nostra quotidianità, quando perdiamo il focus su dove stiamo andando.. su chi siamo!!
    Lo adoro.

    4) Quale è il singolo, più grande ostacolo che la Max Formisano Training potrebbe supportarti a superare? (Una domanda a cui mi piacerebbe rispondeste tutti!)
    Un tema che mi piacerebbe che approfondissi, forse più per mera dialettica che come parte di un corso, è l’argomento della noia.
    Io mi annoio alla velocità della luce. Quando ho ripetuto una cosa 2, 3 volte già la trovo noiosa..
    Allora quello che vorrei chiederti è: dipende dall’asticella troppo bassa?
    Dipende dalla vita in sè, che alla fine grandi novità quotidiane non offre?
    O sono io che non riesco a vederla intrisa di stimoli?

    5) Spazio libero: io ed il mio team ti ascoltiamo! Cosa ti va di dirci?
    Che vi ringrazio per tutta l’energia che sapete dare a chi ha a che fare con voi, per i vostri sorrisi, la vostra disponibilità, la vostra professionalità.. perchè chi non migliora peggiora.. e voi migliorate sempre! Grande Giovanna, grande staff.

    • no no non sono io il genio!!!

      Grazie delle belle parole…Si a Milano parte il Master Formazione Formatori a settembre..ottimo ci vedremo una volta al mese!

      Argomento noia: ci faccio un paio di riflessioni sù..ci sentiamo presto!

      mx

  • argia:

    http://www.youtube.com/watch?v=PScUdYTO0UM

    … Come dico io: hai già promosso una cultura della genitorialità più consapevole, sicuramente sei più genitore tu di quel padre che uscendo dalla Scuola dell’Infanzia “chiamava” il figlio con il fischio, come si fa con i cani …
    L’elenco telefonico sì ma delle ECCELLENZE, ti assiucro che non è più voluminoso ma sorprenderebbe …
    Spero che il collegamento si apra, mi spiace ma la tecnologia …

    Grazie e buona vita.

  • 1) Cosa ti piacerebbe che realizzassimo? Questa sì che è una domanda a cui mi piacerebbe rispondessi!
    Un corso di pubblic speaking advanced in cui oltre al know how si possa approfondire anche il “cosa” dire, l’utilizzo delle parole, la costruzione del discorso, la gestione degli schieramenti, delle obiezioni non immediate ma fatte tramite altri interventi, e poi magari un approfondimento all’argomento “parlare in pubblico” nelle sedi congressuali, davanti ad un pubblico molto numeroso,
    2) Ti piace come realizziamo i corsi multimediali? Per es. il divertente “3 contro tutti”.
    Mi avvalgo della facoltà di non rispondere per mancanza di competenza in materia
    3) Vuoi darci feedback sul mio “Se solo potessi” ?
    Ho comprato il libro in aeroporto con l’idea di leggerlo durante il volo, invece poi è rimasto nella mia libreria intonso per tanto tempo, (durante il volo ho chiacchierato) una domenica mattina in cui era molto difficile sopportare la solitudine l’ho preso in mano, l’ho cominciato a leggere con il magone nel cuore, l’ho finito quello stesso giorno sorridendo, e la carica che mi ha dato mi ha spinto a svoltare un’altra pagina della mia vita, e questa volta ho cominciato il capitolo giusto: me stessa. E’ abbastanza “grazie” con tutto il valore semantico di cui ho consapevolezza?
    4) Quale è il singolo, più grande ostacolo che la Max Formisano Training potrebbe supportarti a superare? (Una domanda a cui mi piacerebbe rispondeste tutti!)
    Bella domanda…… forse imparare ad accettare i miei errori, a rimanere me stessa, a dirigere senza fare la strega, forse più di tutto mi piacerebbe che mi aiutaste a trovare il modo per far si che il mondo di uomini in cui lavoro possa apprezzare quello che dico, quello che penso, quello che faccio, senza che io debba rinunciare alla mia femminilità, al mio essere me stessa, che ultimamente mi piace davvero tanto.
    5) Spazio libero: io ed il mio team ti ascoltiamo! Cosa ti va di dirci?
    Restate tutti così come siete, anzi no, evolvetevi se proprio dovete ma senza perdere la magia, e poi sarebbe carino un giorno in cui si sta insieme solo per divertirsi, senza “studiare” tipo rave party formisano…..
    un abbraccio e a presto

  • filippo "orologio arancio":

    ciao Max, anche se non richiesto ho voglia di darti un piccolo resoconto di cosa è successo giovedì scorso nel percorso “comunicare con il pubblico” in azienda.

    Parto dalla fine: erano le 18,45 (la chiusura era prevista alle 18,15 e l’azienda chiude alle 18,30) ed ancora non si alzavano “vogliamo approfondire, facciamo altri esercizi, fantastico, proprio quello che ci serve ….)!!! Francamente non avevo visualizzato una situazione del genere e quell’entusiasmo mi ha proprio contagiato.

    Ecco volevo dirti che l’ultima messa a punto del mio percorso l’ho fatta grazie alle “CAZZATE” che mi hai dato e che ho letto il mattino stesso; cotte e mangiate!!! E adesso non vedo l’ora di ricominciare: il 1 settembre secondo passaggio.

    Non è un invito a pubblicare altre pagine. Quello che mi hai dato e quello che mi darai quando ci incontreremo di nuovo ad uno dei tuoi corsi è estremamente importante per la mia crescita personale e professionale ed ho bisogno di tempo per assimilarla e praticarla.

    buone vacanze e buon lavoro per il tuo libro (a propsito quando esce?)

    Sinceramente grazie

    • Very good Filippo, very good!

      Sono pronto per altre “cazzate” al prossimo corso!

      Quando esce “Se solo potessi parlare in pubblico” ancora non lo so, devo prima finirlo ma dal ritmo che sto tenendo penso di terminare a fine mese e quindi si presume pubblicazione non prima di fine anno..i tempi son questi più o meno.

      Sinceramente prego:-)

  • Ciao Max,
    per rispondere alla tua prima domanda, mi piacerebbe essere affiancata nel personalizzare quello che ci hai trasmesso nel master.
    riguardo i corsi multimediali, non sono in grado di darti un giudizio poiché non ne ho ancora approfittato, sto rivedendo ora(ad agosto) il materiale del master!
    Il tuo libro SE SOLO POTESSI è eccezionale e rispecchia il tuo stile di pungolare verso l’AIC sia i nostri neuroni che le nostre azioni pratiche e decisamente non lascia spazio a scuse, anche perché non interessano a nessuno, si tratta sempre di discorsi e percorsi con se stessi e senza costrizioni. Al momento in cui qualquno non vuole intraprendere quel percorso, se non altro diventa totalmente consapevole della SUA volontà.
    Il più grande ostacolo che devo superare ed in cui potete supportarmi è quello di mettere le cose in ordine di importanza per poi procedere e credo questo si possa realizzare con un affiancamento personalizzato. Attenzione, non intendo dire per forza a tu per tu con un coach, ma anche condividendo con l’aula le situazioni.
    Un mix di intelligenze di vario tipo, non sempre sanno quale sia il primo passo da fare, magari è più chiaro il percorso, ma il primo passo? bisogna imparare a tornare sulla focalizzazione del problema, veniamo distratti in continuazione da ciò che attira la nostra attenzione!

  • Caro Max,

    lo so, non ti basta essere il n.1, vuoi anche sentirlo ad alta voce…. Scommetto che sei del segno dell’acquario, che è come dire un leone ancora più leone.

    Io che ho seguito a suo tempo tanti corsi con te, ormai ti conosco molto bene.

    Cosa ti dovrei suggerire che tu non sappia già? Secondo me i tuoi video andrebbero a ruba!

    Tantissimi auguri e 1abbraccio
    pasquale

    • E che altro potrei essere se non acquario?
      8 febbraio, lo stesso giorno e mese di molta gente che ha precorso un po’ i tempi:-)

      Da Darwin a Edison, da Jules Verne a Galileo Galilei, da James Dean a Max Formisano!
      Fico no?

  • BARBARA:

    Dear Max,il tuo stile comunicativo colpisce sempre!e siccome insisti allora “mi espongo”:In realtà avevo già provato a scriverti lunedì pomeriggio 1 agosto quando hai pubblicato ,ma poi non mi pareva interessante il mio scritto,ma già si sa,un feedback vale sempre qualcosa.Allora:non ho letto SE SOLO POTESSI rimedio al più presto,però mi sono ascoltata tutti i pezzi di conferenze su youtube :)
    mi piacerebbe che la Formisano affrontasse con il suo stile i temi del vivere,in particolare conflitto sconfitta ,rinascita.Apprezzo molto i formati audio che si possono utilizzare in auto ,e mei tempi morti.Anche in relax,a seconda del tema.Per quanto mi riguarda ho notato che l’audio,se la voce del trainer è ok,è più efficace del testo scritto.Per me è come se avesse un canale privilegiato .
    Il più grande ostacolo da superare è la credenza negativa che non ce la posso fare nel lavoro perchè non ho il carattere giusto e poi l’organizzazione :sono molto fantasiosa e creativa ma…disordinata ,altra cosetta vorrei imparare a resistere alla paura quando qualcuno rovescia la sua rabbia su di me.
    Apprezzo molto il vostro lavoro ,il blog,il sito,il linguaggio ,la tua presenza carismatica, mi disturba ricevere delle telefonate di ipotizzo collaboratori commerciali che ridacchiano quando cerco di spiegare le mie difficoltà,o altri molto orientati alla vendita .
    ti ringrazio e ti seguo
    Barbara

    • Barbara ciao prima di tutto grazie dei suggerimenti e di tutto il resto…
      …anche sui formato audio , ci daremo da fare!

      Per adesso abbiamo una decina di audio nello Special Pack 10+ :

      https://www.maxformisano.it/specialpack10/

      Grazie dei complimenti, ora voglio capire una cosa importante: le telefonate dei commerciali fanno parte del gioco, ovviamente siamo un’azienda commerciale. Le risate sulle tue difficoltà no, mi scuso per questa cosa, ti scrive subito Giovanna, mia socia, per capire meglio che è successo.

      Grazie di tutti i feedback Barbara!

  • antonio:

    ciao max, rispondo alla domanda n. 4) “Quale è il singolo, più grande ostacolo che la Max Formisano Training potrebbe supportarti a superare?” e ti dico che mi sono stufato di assecondare la paura, soprattutto quella (ma non solo) che mi impedisce di entrare in reale confidenza con gli altri. per farti un esempio e spiegarmi meglio, ho svolto (e concluso a fine luglio) il programma di eker di 90 giorni sulla ricchezza, e indovina che bilancio ho tratto? quasi regolarmente ho saltato le voci sulla visualizzazione (cui sto riuscendo a riparare, ora che sto ripetendo di nuovo il programma), ma soprattutto quella “a dispetto di” che invita a fare azioni a dispetto della mente, appunto!!
    che soluzioni proponete? un abbraccio
    ps Quanto al libro “se solo potessi”: complimenti!

    • ciao antonio,
      prendi il capitolo di Se Solo Potessi sull’allenamento mentale…le visualizzazioni…mi pare il penultimo..e spulciatelo e divoratelo più volte perchè lì davvero c’è tutto quanto serve per visualizzazioni che sconfiggono le paure!

  • 1) Cosa ti piacerebbe che realizzassimo? Questa sì che è una domanda a cui
    mi piacerebbe rispondessi!
    I tuoi corsi sono pensati per soggetti che aspirano a vincere.
    Forse bisognerebbe pensare qualcosa per i tanti che si trovano in una situazione dalla quale è difficile aspirare ad essere dei vincitori. Strategie di difesa, tattiche di sopravvivenza…
    Certamente molti dei principi che indichi possono servire anche a chi si trova in una situazione di difficoltà.
    Ma un corso, mirato a risolvere anche le problematiche di soggetti più difficili, risponderebbe alle esigenze di moltissimi soggetti.
    2) Ti piace come realizziamo i corsi multimediali? Per es. il divertente
    “3 contro tutti”.
    Sono un tuo ammiratore per come inviti nella rete a partecipare ai tuoi corsi.
    Trovo i corsi schematici, ma proprio per questo facili da ricordare e da metabolizzare.
    3) Vuoi darci feedback sul mio “Se solo potessi” ?
    Molto ben fatto. Buone le sigle che aiutano a ricordare gli argomenti.
    4) Quale è il singolo, più grande ostacolo che la Max Formisano Training
    potrebbe supportarti a superare? (Una domanda a cui mi piacerebbe
    rispondeste tutti!)
    Entrare nelle problematiche dei singoli, offrendo dei servizi, club, associazioni, cooperative, perché ciascuno possa operare applicando quanto appreso in contatto con gli altri, in una organizzazione piramidale.
    5) Spazio libero: io ed il mio team ti ascoltiamo! Cosa ti va di dirci?
    In bocca al lupo!

  • Fabrizio:

    Grazie! Rispondo molto volentieri, apprezzando: 1- Mi piacerebbe che realizzaste di più della tematica cognitiva comportamentale generale ufficiale, cioè non sul web, ma nelle strutture pubbliche (… e anche private), che è (sono), secondo me, completamente inutile (i): essendo ufficiali e non caporali; credo che la Vostra sia già un’evoluzione molto positiva, ad es. si riesce a discernere, in questo quadro, una forma di verità e non di confusione. Credo anche però che l’evoluzione sia partita solo 200 anni fa … . Grato molto, nel riferimento, soprattutto delle risorse gratuite, senza sviolinare tanto, perché il gratis non esiste più, soprattutto costruttivo. 2- Ti ho già risposto! 3- se feedback significa approvazione ti dico di si, anche perché io sono uno di quelli che hanno pensato molto: “se solo potessi …”. 4- Il guardare troppo al passato, un vaso di cristallo relativo, dove c’è dentro il presente, e quindi il futuro, colorati sempre nello stesso modo, e, soprattutto, comunicare me stesso agli altri senza problemi (… parlare con il pubblico): non è un singolo problema o forse si. 5- dico quasi sempre la verità, dico ad es. che andare sul comp. per queste tematiche è, quanto meno, esplicativo, mi va di dire che ho fatto degli errori, secondo me strapagati, mi piace molto l’empatia e, per me, sono simpatico: vediamo di imparare ad usare questa dote, altrimenti, alla fine, proverò dandomi un cazzotto in testa. Sò che i miei sono messaggi molto personali, un pò sui generis, e un pò di meno relativi alla consistenza del Blog. Grazie per l’impegno, ripeto: “poco violino”, e per l’inquadrazione! Fabrizio da Roma

    • Ciao Fabrizio,
      anche io non amo le sviolinate:-)

      In autunno sforniamo un corso multimediale per gli insegnanti..io credo sia il “posto” giusto per iniziare a cambiare le cose del Pubblico, la Scuola.
      Grazie dei feedback!
      mx

  • rosella:

    Per ora rispondo parzialmente.
    2) A suo tempo ho acquistato “nel fossato” e mi ha dato la possibilita’ di riconoscere alcuni miei errori…vale a dire i “multi-fossati” che apro. Fatico ancor oggi a staccarmi completamente da tale atteggiamento per via del fatto che sono eclettica e mi interessano sempre svariate cose contemporaneamente. Ora quanto meno sono tutte rivolte nella stessa direzione, le vedo in maniera sinergica e sono meglio orientata. Dunque grande fossato, con mini fossati al suo interno, visione di lungo termine, visione a breve, migliorata ed ancora da migliorare la gestione del tempo in modo da poter organizzare i singoli passi da fare. Quindi il prodotto funziona. Di sicuro mi era piaciuta la presentazione dell’audiocorso perche’ in genere arrivo in fondo e dico…”anche no”. Ai vostri dico “anche si'”:), penso possano costituire un validissimo supporto, anche se resto dell’idea che l’aula per certi aspetti sia un terreno da esplorare e la consiglio vivamente a tutti coloro che vi hanno assaggiati solo con i prodotti multimediali.
    3) Premesso che negli ultimi anni amavo leggere soprattutto in materia cinofila, “Se Solo Potessi”, libro cui ho permesso di scegliermi (l’arte del permettere:-), mi ha restituito la vecchia passione per la lettura di ampio spettro che avevo un po’ perso per strada. E’ un libro senza scappatoie. Una Bibbia per chi ha voglia di crescere:). Ho deciso di partecipare al corso gratuito S.S.P. e dunque al Master dopo aver partecipato alla presentazione del libro, che avevo gia’ letto d’un fiato. E che continuero’ a rileggere ogni qual volta ne avverto l’esigenza. Certo, molto puo’ dipendere anche dall’atteggiamento con cui lo si legge, ad ogni modo io l’ho vissuto in maniera trasformazionale. Dunque caro Max continua a scrivere! Bella l’idea del libro sul public speaking, a saperlo non ordinavo quello che mi e’ appena arrivato:), il tuo sara’ senz’altro piu’ efficace!
    Alla prox con le risposte mancanti e grazie per aver chiesto!

  • elvira:

    Tu dici: “Più risposte dai e più indizi noi abbiamo sulla direzione da prendere”.
    Io aggiungo ” ciò è giusto , bello “finalizzante” e produttivo”.

    mmmmmm….. ma scrivere “rispondo nei limiti del possibile” crea un impegno non uguale tra le parti e potrebbe essere “sfiduciante” (licenza poetica) per chi risponde alle vostre domande perchè lascia comunque una domanda o un concetto orfani senza un pensiero od una opinione di ritorno.

    In definitiva, comunque, trovo che…. come “martellate” voi non “martella” nessuno . Questo lo dico con accezione assolutamente POSITIVA ;-).
    In quanto masterina ad un passo dalla conclusione del percorso, confermo, a piena voce ,il fatto che il vostro supporto è stato davvero provvidenziale specie riguardo la crescita personale . Quella poi , si sà, si riversa su tutto il resto.
    Credo che l’ECCELLENZA sia semplicemente il sentirsi bene , adeguati, a proprio agio ed UNICI in qualunque cosa ci si cimenti. In questo senso ,attraverso il vostro supporto e con gli strumenti che mi avete fornito, ho avuto l’opportunità di lavorare molto ottenendo MOLTISSIMO .
    Concluderei con un “succulento” GRAZIE :-)
    Elvira

    • Concordo sulla definizione di eccellenza, aggiungendo qualcosa sull’unicità delle cose in cui ci si cimenta. Per me eccellenti vuol dire che in qualche cosa…bisogna saper raggiungere risultati che la maggior parte non è in grado di raggiungere. Insomma fare la differenza.
      Succulento: prego Elvira!
      mx

  • Vorrei chieder un consiglio per riuscire a trovar lavoro.. Dato che le tecniche che ho imparato non mi hanno aiutato ad aver esito positivo nella ricerca.. Un Saluto V

    • la migliore tecnica per trovare lavoro è tramite ricerca nella rete di contatti..la peggiore mandare cv. questo dicono le statistiche.
      Aggiungo di guardare dentro di te e capire dove puoi svolgere un lavoro eccellente e fare la differenza e cercare sul mercato qualcosa che si avvicini, ad ampio raggio, a quelle caratteristiche interiori. Ampio raggio ovvero: anche se non è proprio ciò che si desidera al 100%..è cmq un inizio.
      In bocca al lupo!
      mx

  • Francesco:

    Ciao Max , sei un ottimo coach e un vero esperto del settore scrivi articoli molto interessanti per quanto mi riguarda vorrei un prodotto ad hoc che consentisse alle persone di capire veramente cosa vogliono,quindi stabilire con esattezza i propri obbiettivi, e riscoprire le proprie potenzialità per raggiungerli.
    Spero di essere stato chiaro.
    A presto
    Francesco

  • elisabetta:

    1)un corso a monza perchè ci abito, voglio conoscerti, sono pigra e non voglio “lavorare”sulla mia pigrizia ma tenermela perchè mi salva la vita, senza pigrizia sarei un fiume in secca,non avrei idee nè forza per realizzarle
    2)il tre contro tutti è fantastico e va bene se hai anche gli altri, altrimenti è come mangiare un tiramisù dopo una settimana di digiuno;
    3)accidenti se solo potessi…averlo letto sarebbe bello,ma averlo scritto sarebbe ancora meglio!!!!
    4)la max formisano può aiutarmi a : trasformare l’aggressività in leadership
    5)è stato come se ti/vi cercassi da sempre. dai spazio alla forza dello spirito, riguardati Guerre Stellari, il lato oscuro della forza, Skywalker, viaggia tra le stelle, e …la conosci la storiella della capra nella stanza? All’uomo basta togliere la capra puzzolente dalla stanza per essere felice,ma non deve sapere che quella capra ce l’ha messa lui…

  • roberta:

    ciao max, molto probabilmente ti ho gia’ risposto, ma lo rifaccio:
    vorrei che tu facessi un corso per le persone depresse insegnandoli a riprendersi la vita e i pensieri positivi.

    domanda 4 : vorrei essere supportata one to one non in internet ad inserimirmi nel lavoro: quindi trovare e mantenre il lavoro adatto a me anche all’estero.Ho 2 idee ma pochi mezzi per verificare seriamente se sono validi.
    Per il resto non ti conosco ancora, amche se molti mi parlano molto di te.quindi attendo spero di incontrarti presto.

Lascia un Commento