MOLTI LIBRI SONO INUTILI

Proprio così, molti libri sono inutili, ma non tutti.

Spesso mi sono ritrovato a riflettere su quanto la lettura di alcuni libri abbiano cambiato, e stravolto, la mia vita.

Alcuni perché contengono principi così profondi da farmi restare giornate (a volte mesi) a riflettere sul loro contenuto e sul significato per la mia vita.

Altri perché contengono tecniche preziose ed efficaci, descritte step by step in maniera semplice e concisa, che mi danno un valore aggiunto enorme quando le applico.

 

Attenzione non sto dicendo che tutti i libri sulla crescita personale, professionale o spirituale siano belli, scritti bene ed efficaci. Purtroppo così non è, anzi.

Molti sono superflui, un trito e ritrito, con pochissima fantasia, di ciò che già esiste, non originali ma scopiazzati.

A volte scritti male e poco incisivi.

Molto spesso allungati e diluiti nei contenuti.

Spesso totalmente inutili.

 

Ma…quando trovi quello che ti fa riflettere, ti stupisce, ti arricchisce… ah, che gioia, che soddisfazione!
Inizi a parlarne agli amici e lo consigli, inizi a sottolineare a tutto spiano, a volte a riassumerne le parti più importanti. E poi a pensare come applicare quei principi nella tua vita.

 

Alla faccia di chi pensa che “se nasci tondo non puoi morire quadrato” e che  sono fatto così, non posso cambiare”, i libri sono lì a provare il contrario, a farti cambiare quando neanche te l’aspettavi, a suggerirti la strada migliore per arrivare al tuo obiettivo.

E fanno tutto questo in cambio di qualche misero spicciolo, in genere l’equivalente di una pizza e di una bevanda.

 

Spesso mi chiedono quanto tempo abbia impiegato a scrivere il mio primo libro “Se Solo Potessi” e la risposta è sempre “non lo so, fisicamente circa 45 giorni ma idealmente 15 anni”. Infatti, il mio primo consiglio agli esperti che si cimentano a scrivere un libro è “scrivi solo se hai davvero qualcosa da scrivere, che possa fare la differenza”.

Io avevo qualcosa di forte da gridare, che riguardava il potere che abbiamo dentro e i motivi per cui non riusciamo a tirarlo fuori. Qualcosa che è nata da molti anni di studi, riflessione, corsi seguiti e tenuti, idee abbozzate e provate sul campo. E soprattutto qualcosa nata dalla mia personale trasformazione.

 

Ora sono a un altro giro di boa. Negli ultimi due anni e mezzo mi sono tuffato ad approfondire un campo che già conoscevo bene, quello della relazione efficace, sia in pubblico che “uno a uno”. Ne sono nati due libri:

– “Public Speaking per tutti”, pubblicato da Rizzoli;

public speaking per tutti

 

 -“Se solo potessi creare relazioni efficaci”, pubblicato da Gribaudi e scritto con l’amico coach Davide Tambone.

Relazioni efficaci copertina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quello che ho cercato di fare non è una “tesi compilativa” ma una “tesi trasformativa”. Come per il primo libro, diventato best sellerla mia intenzione non è dare informazioni ma trasformazioni. E questo lo faccio con gli unici due strumenti che tutti abbiamo a disposizione:

1) Forma: rendo il linguaggio il più semplice, diretto e incisivo possibile.

2) Contenuti
: rendo i contenuti il più trasformativi, essenziali e semplici possibile.

Sposo totalmente ciò che disse una volta uno degli scrittori motivazionali più prolifici del secolo scorso, Og Mandino, quando gli chiesero come mai i suoi libri fossero così facili da leggere:

“E’ perché sono così difficili da scrivere”.

 

Max Formisano

 

PS. Se ti interessa l’argomento relazione efficace con le persone (anche in pubblico), troverai davvero utili (e divertenti) i miei due nuovi libri.

Da questo link puoi assaggiare le introduzioni e anche qualche regalo a sopresa.

 

 Buon divertimentoJ

 

 

 


Max Formisano, fondatore della Max formisano Training, Presidente di One Minute Club e creatore della collana di libri 'Se Solo Potessi'

Do il consenso alla privacy



Leggi anche questi post:

17 Commenti a “MOLTI LIBRI SONO INUTILI”

  • Anche un post di un blog, secondo me può aiutare a cambiare e migliorarsi o semplicemente a dare un nuovo spunto a chi vuole crescere. Questa frase che hai scritto, ad esempio, “i libri sono lì a provare il contrario (che possiamo cambiare)” mi piace molto e mi fa riflettere.

    Possiamo cambiare, possiamo migliorare, possiamo farlo in tanti modi…libri, video, post, audio…
    …il presupposto è che dobbiamo volerlo.

    Grazie per questa riflessione e in bocca al lupooooo per i 2 mitici libri!

  • Lilia:

    Si dice che i libri siano il cibo della mente ed esattamente come per gli alimenti, cerco di selezionare al meglio ciò che introduco nel mio corpo.
    Il cervello è come un computer per cui, secondo il principio “garbage in – garbage out”, se immetto spazzatura mi troverò a navigare nella spazzatura, mentre se acquisisco dati e informazioni fresche e intelligenti instaurerò un circolo virtuoso.
    Due libri sulle relazioni con gli altri mi sembrano proprio un ottimo modo per immettere cibo nuovo nella mente alla ripartenza dopo le ferie.

  • Elena Ottomanelli:

    Max, non vedo l’ora di leggere i tuoi libri.

    Ho letto il primo capitolo dalla Home del tuo sito ed è già quello la sintesi essenziale del Public Speaking e non “leggo” l’ora di leggere tutto il resto.

    Sei geniale!

    Con tanta stima.

    Elena

  • Francesca:

    A volte un libro riesce a farti vedere te stesso da una prospettiva esterna e a comprendere alcune dinamiche comportamentali di cui non avevi mai avuto cognizione. A me e’ successo più di una volta e posso davvero dire che quei libri, quelle parole hanno avuto un effetto trasformazionale su di me.

    A volte mi trovo a pensare che i libri costino troppo poco in relazione a quello che offrono. Certo parlo di libri di valore! E confermo questa opinione in relazione ai due nuovi libri di Max: conosco parte dei contenuti e dico che e’ pazzo chi non investe pochi spiccioli per conoscere tutto quello che Max ha concentrato in queste pagine!

  • Italo Pentimalli:

    Ed io so già che questi due saranno di quelli da tenere sul comodino..

    Attendiamo con trepidazione amico mio

  • Chiara:

    I libri sono come specchi, riflettono ciò che abbiamo dentro, e tu Max hai la capacità di far sentire le persone parte di ciò che scrivi, immedesimandosi, migliorando e sentendosi più forti e capaci..
    Non vedo l’ora di leggerli!!!!!!!!!!!!!

    Grazie come sempre dei tuoi preziosi consigli 😉

    Chiara

  • Lisa:

    Quanto saranno utili queste tue nuove “creature” !?!?
    🙂 🙂 🙂
    Pronta ad arricchirmi, illuminarmi, sorridere…
    Che bellobellissimo!!

    Grazie mitico Max, Lisa

  • Dico sempre che i libri sono il modo più facile di incontrare la parte migliore e ispirata delle persone migliori.

    Poi ci sono in questa categoria anche i dischi:

    È uscito da qualche giorno e si può ascoltare su spotify il mio ‘Solo il vuoto’ 🙂

  • Non vedo l’ora di leggerli e metabolizzarli….esattamente come faccio con i corsi della Max Formisano Training…..continua così PAISA’.
    FORZA ARANCIONIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

  • Ciao Max sei grande !!!!! Ho appena ordinato il tuo nuovo se solo potessi……!!! 🙂
    Un abbraccio Arancione. Vittoria

  • Dico solo una cosa Max… AUGURONI!!! 🙂
    1abbraccio
    Josè

  • Myriam:

    Vero… molti libri sono inutili e diluiti. Ma crescere è NECESSARIO ed i libri di Max sono nutrimento per la consapevolezza di sè.
    Che bravo Max! Come sempre!

  • Spero di aumentare la mia preparazione con queste letture.Aspettiamo !!!

  • giovanna:

    Ciao Max e….. Lilia, Giovanni, Giovanna……. e tutto lo staff della Formisano.
    grazie di cuore, per i vostri meravigliosi corsi.
    Ho fatto con voi qualche giorno fa il corso di Pubblick Speaking siete SPECIALI, FANTASTICI, UNICI!!!!!

    CON GRANDE STIMA E PROFONDO AFFETTO, UN ABBRACCIO A TUTTI. Giovanna Paoletti

  • Grande Max,
    sono completamente d’accordo con te… “alla faccia
    di chi dice che se nasci rotondo non puoi morire
    quadrato” 🙂

    Auguroni 🙂

  • Ciao Max, non vedo l’ora di poter leggere uno dei tuoi libri.

    Un amico mi ha segnalato questo blog e dopo aver letto questo post, viene facile pensare al classico “se il buongiorno si vede dal mattino” 🙂

Lascia una replica per Emilio